Realismo o astrazione?

11 Aprile 2013

Pizzinato (1949) - Bracciante ucciso

PORDENONE. Sarà Alessandro Del Puppo, docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università degli Studi di Udine ad affrontare, venerdì 12 aprile alle 17.30 nell’auditorium di PArCo – Galleria d’arte moderna e contemporanea A. Pizzinato in viale Dante 33 (Pordenone), l’accesa contrapposizione tra “realismo” e “astrazione”, che contraddistinse la storia della pittura italiana nel dopoguerra e che Pizzinato affrontò con coraggio e determinazione, trovando una propria via. Essere un pittore realista nel secondo dopoguerra era infatti al tempo stesso una forma di rottura ideologica e di continuità comunicativa. Per formazione, esperienza e vicende biografiche Pizzinato fu uno dei migliori rappresentanti di una generazione che dovette affrontare il traumatico passaggio tra l’Italia fascista e quella Repubblicana. L’incontro “Pizzinato e la questione del realismo”, ad ingresso libero, rientra nel ciclo di appuntamenti realizzati da Comune di Pordenone e Centro Iniziative Culturali a corredo della doppia mostra in corso, interamente dedicata a quello che fu uno dei grandi protagonisti dell’arte italiana del Novecento, la cui evoluzione stilistica mantenne sempre precisi elementi di continuità, e che si contraddistinse per la sua coerenza ideologica. L’ingresso è libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!