Quale turismo? A Palmanova un convegno per capire

31 Agosto 2013

PALMANOVA. Quali sono le strategie turistiche di maggior successo in Italia? In quale direzione vanno le tendenze turistiche internazionali? E in questo contesto su quali asset può far leva il Friuli Venezia Giulia? Sono alcune delle domande a cui cercherà di dare risposta il convegno Turismidee, Cultura e territorio per fare economia che si terrà a Palmanova, nell’antica polveriera napolenica di Contrada Garzoni, sabato 7 settembre alle 16 su inziativa dell’Agenzia TurismoFVG e del Comune di Palmanova, con il supporto della Regione Friuli Venezia Giulia.

I lavori si divideranno in due sezioni con un parterre di relatori provenienti da diverse esperienze in ambito turistico ed imprenditoriale. L’apertura del programma è affidata al tema “Nuove visioni del turismo: tra buone pratiche e strategie innovative” che vedrà confrontarsi tra loro Antonio Percario, consigliere Internazionale dello Skal Italia – Associazione Internazionale Professionisti del Turismo, Roberto Siagri, presidente di Eurotech Spa di Amaro ed Edi Sommariva, direttore generale Agenzia TurismoFVG.

Nella seconda parte del convegno il dibattito si sposterà sull’orizzonte regionale ed in particolare sul tema “Attrattività e competitività turistica: verso una nuova programmazione regionale”. La tavola rotonda, moderata da Omar Monestier, direttore del Messaggero Veneto avrà per protagonisti Sergio Bolzonello – vice presidente della Regione FVG ed Assessore regionale alle attività produttive, risorse rurali, agroalimentari e forestali, Andrea Babbi, direttore generale ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, Stefano Balloch – sindaco del comune di Cividale e Giovanni Da Pozzo – presidente Unioncamere Friuli Venezia Giulia. In questo contesto verranno delineate le strategie che istituzioni, enti locali e operatori economici ritengono necessarie per rispondere in modo innovativo alla domanda turistica sempre più variegata e complessa.

“E’ un appuntamento importante e prestigioso, sia per i relatori chiamati ad intervenire che per i temi che saranno trattati – commenta il sindaco di Palmanova Francesco Martines -. I primi bilanci provvisori sull’estate 2013 rilevano un incremento del turismo verso le città d’arte e una preferenza dei viaggiatori verso i luoghi che esprimono autenticità, storia, cultura, offerte enogastronomiche di qualità e possibilità di diversificare la propria vacanza sul posto in base alle attrattive che esso consente di scoprire. In meno di 50 chilometri il Friuli Venezia Giulia offre un percorso che unisce il mare e la Laguna di Grado con Aquileia, Palmanova e Cividale del Friuli, perle d’arte circondate da un entroterra intriso di piccole bellezze che aspettano solo di essere messe in rete e valorizzate. Da Palmanova auspico che possa partire un nuovo corso della politica turistica regionale, che si fondi su una stretta sinergia con quanto i distretti locali sono in grado di offrire per autenticità e vivacità, ma con un’unica regia capace di dare a tutto ciò un valore unico”.

“Il turismo – dichiara il direttore generale dell’Agenzia TurismoFVG Edi Sommariva – è il settore che nel mondo cresce costantemente con modalità anti cicliche. La sfida di tutti è riuscire a intercettare questi flussi per generare ricchezza. Per farlo bisogna cambiare registro e il FVG ha tutte le carte in regola per riuscirvi, basta che tutti ci credano e vogliamo lavorare insieme per proporre al mercato prodotti nuovi capaci di incontrare le passioni della gente. Il mix di conoscenze e di esperienze che si confronteranno a Palmanova saprà sicuramente offrire nuove prospettive a chi ha a cuore uno sviluppo del nostro turismo” .

Il convegno si inserisce nella cornice della Rievocazione storica che per tre giorni, dal venerdì 6 a domenica 8 settembre, animerà la città stellata con ricostruzioni di vita secentesca, battaglie e duelli, laboratori per bambini, stand di antiche arti e mestieri. Una compresenza, quella tra il convegno turistico e l’evento rievocativo, che intende sottolineare la Rievocazione storica rientri a pieno titolo tra le manifestazioni regionali di maggior richiamo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!