Pubblico e privato insieme per la cultura: un convegno

29 Settembre 2015

SACILE. Musica, Impresa, Creatività: questa la cornice scelta dall’Associazione PianoFVG per aprire gli eventi che culmineranno nel festival pianistico in programma il prossimo novembre sul territorio regionale ed anche oltreconfine in Slovenia e Croazia. Per inaugurare la nuova programmazione, un evento di sicuro richiamo per tutti gli operatori del settore culturale. Un convegno ospitato il prossimo 2 ottobre all’auditorium dell’impresa Fazioli Pianoforti di Sacile, partner tecnico del progetto, vedrà come relatori i rappresentanti di alcune tra le maggiori istituzioni attive all’interno della rete tra pubblico e privato che sostiene e promuove la piattaforma culturale di piano|fvg.

Scopo del forum, un ampio e costruttivo confronto tra buone prassi e possibili modelli di sviluppo nell’ambito della partnership pubblico-privato per “fare impresa” nel campo della cultura, intorno alle nuove linee guida espresse a livello nazionale internazionale su temi chiave come quelli delle “imprese creative”, dei “distretti culturali”, delle “residenze artistiche”, del “turismo culturale”. L’analisi sarà condotta tenendo conto dei vigenti programmi-quadro Ue per il settore culturale, delle novità introdotte dalle più recenti normative a livello regionale del Friuli Venezia Giulia (con riferimento alla Legge-quadro sulla Cultura n. 16/2014) e dei nuovi rapporti tra creatività, professionisti della cultura, artisti, pubblico ed economia, mercato, investimenti, originali forme di mecenatismo contemporaneo.

Pavel Berman

Pavel Berman

Il tutto senza dimenticare una puntuale disamina dei dati più recenti sulla produzione e fruizione culturale italiana ed europea, insieme alla presentazione di significative esperienze di riferimento nei vari campi delle arti e dei beni culturali. Ad illustrare questi nuovi modelli ed opportunità, importanti testimonial e rappresentanti istituzionali, al più alto livello: dal senatore Lodovico Sonego, anche nella sua veste di capo-delegazione parlamentare italiana presso la CEI-InCE Iniziativa Centro Europea, all’Assessore regionale alla cultura Gianni Torrenti, ai rappresentanti della Fondazione CRUP, il Presidente Lionello D’Agostini e il musicologo Marco Maria Tosolini, senza dimenticare la dimensione internazionale ed europea degli investimenti culturali, con la partecipazione del vice-segretario generale della CEI Erik Csernovitz e di Enrico Bertossi, Presidente di Informest. Tra le presenze artistiche, spicca quella di Claudio Scimone, fondatore e direttore de I Solisti Veneti, di uno dei primi Enti orchestrali italiani privati assurti a fama mondiale.

L’evento, promosso da piano|fvg con il sostegno di Regione, Fondazione CRUP e ITAS Assicurazioni e il patrocinio di Comune di Sacile e Provincia di Pordenone, sarà concluso in serata da una lezione-concerto dal titolo “IL LEGNO ARMONICO”, che grazie alla collaborazione della Fondazione Pro Canale di Milano, porterà a Sacile alcuni preziosissimi violini storici usciti dalle mani dei più famosi liutai italiani del Settecento, per una performance guidata dal violinista Pavel Berman, accompagnato al pianoforte da Giuliano Mazzoccante. Partendo infatti dall’abete rosso della Val di Fiemme, pregiata materia prima “armonica” un tempo utilizzata da quegli insuperati maestri artigiani ed oggi ancora “cuore” degli stessi pianoforti Fazioli, saranno confrontate ed illustrate, attraverso varie pagine musicali, le caratteristiche di un Guadagnini (Parma, 1767), uno Stradivari (Cremona 1702) e un Santo Serafino (Venezia 1740), strumenti che la Fondazione mette oggi a disposizione di selezionati artisti italiani e stranieri per le loro esecuzioni, così che la magia della musica possa ancora attraversare i secoli.

Il convegno avrà inizio alle ore 16, seguito da un aperitivo-buffet e quindi dal concerto alle ore 20.45. L’ingresso è libero, preferibilmente su prenotazione ai seguenti recapiti: tel. 392 3293266 – info@pianofvg.eu

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!