Progetto pilota a Maniago e Sequals: due nuovi musei

26 Giugno 2015

MANIAGO/SEQUALS. Sabato 27 giugno alle 15 a Maniago e un’ora dopo a Sequals saranno inaugurati due allestimenti importanti per la conoscenza del territorio, il primo al Museo Arte Fabbrile e Coltellerie (via Maestri del Lavoro, 1) e l’altro nella Villa Carnera, in via Roma, 10 a Sequals. Si tratta infatti dei Centri di Interpretazione di Maniago e Sequals, due strutture museali create per valorizzare le ricchezze culturali e naturali di un’area geografica ricca di tradizioni secolari: un progetto pilota che si pone l’obiettivo di trasformare il grande patrimonio di questi territori in un’opportunità di conoscenza didattica, culturale e turistica del tutto nuova e originale. Una finestra aperta sugli antichi mestieri – dall’arte fabbrile delle coltellerie alla lavorazione del legno, dell’osso e della pietra – per comprendere il nostro passato e riviverlo con nuove chiavi di lettura. Un viaggio nella storia e nelle tradizioni contadine attraverso i segni scolpiti nel tempo. Un percorso tra cultura, architettura, arte e saperi di oggi e di ieri.

I Centri di Interpretazione di Maniago e Sequals sono un progetto pilota sostenuto dal GAL Montagna Leader, attraverso il Programma per lo Sviluppo Rurale della Regione PSR 2007 – 2013: l’obiettivo è di sensibilizzare le comunità locali chiamandole a ripensare alle proprie funzioni e identificazioni, passando attraverso le chiavi interpretative dei sassi, dei mestieri e dell’acqua per rileggere il proprio passato. A Maniago si integra l’esposizione del Museo Penzi della Provincia di Pordenone.

Saranno presenti: Gianni Torrenti, Assessore Regionale alla Cultura; Andrea Carli, Sindaco di Maniago; Lucia D’Andrea, Sindaco di Sequals.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!