Premio Pecar a Gorizia: sfida alla tastiera per 100 musicisti

22 Novembre 2014

GORIZIA. L’Associazione culturale musicale “Florestan” ha presentato la 14ma edizione del Premio Internazionale di Interpretazione Pianistica “Giuliano Pecar” e del Concorso Internazionale “Città di Gorizia”, che si svolgerà dal 25 al 29 novembre al Kulturni Center Bratuz di Gorizia. Un centinaio i musicisti iscritti ai due concorsi che arriveranno a Gorizia da Taiwan, Corea, Corea del Sud, Cina, Ucraina, Francia, Croazia, Russia, Vietnam, Giappone, Serbia, Olanda, Polonia, Israele, Slovenia, Usa, Spagna, Austria, Ungheria, Bielorussia, Belgio, Germania e da molte regioni d’Italia. L’obiettivo degli organizzatori è proseguire il proprio impegno a diffondere l’arte e la cultura musicale, in particolare tra i giovani che hanno la possibilità di esibirsi davanti a una giuria internazionale di altissimo livello.

Il Premio internazionale di interpretazione pianistica «Giuliano Pecar» – intitolato alla memoria dell’imprenditore goriziano del settore musicale – è aperto ai concorrenti di tutte le età nati dopo il 31 dicembre 1982 e si articola in tre prove: eliminatorie, semifinali e finali. Le eliminatorie sono in programma martedì 25 novembre, alle 9 e alle 15, e mercoledì 26 alle 9, alle 15 e alle 20; le semifinali giovedì 27 alle 9 e alle 16; la finale venerdì 28 alle 16. Tutte le prove si svolgono al Kulturni Center Bratuz di Gorizia e sono aperte al pubblico e con ingresso libero. Durante le prove devono essere presentate opere appartenenti a diversi stili: almeno una sonata classica, almeno un brano di carattere brillante e almeno un’opera importante della letteratura pianistica del XIX o XX secolo.

Il Concorso pianistico internazionale «Città di Gorizia» è suddiviso in quattro categorie, a seconda dell’età dei concorrenti: Categoria A per gli under 9, Categoria B per gli under 12, Categoria C per gli under 15 e categoria D per gli under 18. Le categorie C e D si esibiranno venerdì 28 dalle 9 alle 14 e le categorie A e B sabato 29 dalle 9 alle 12, sempre al Kulturni Center Bratuz con ingresso libero. Il concerto finale e le premiazioni sono in programma sabato 29 novembre alle 20.30 al Kulturni Center Bratuz. Novità di questa edizione, la ditta Due Erre Multimediali di Riccardo Radivo si occuperà della ripresa audiovisiva integrale di tutta la serata. Per tutti i giorni di audizioni, i concorrenti avranno a disposizione per le esercitazioni, le aule studio del Centro Sloveno di educazione musicale Emil Komel.

Il primo classificato del Premio internazionale di interpretazione pianistica «Giuliano Pecar» vincerà 5.000 Euro offerti dalla Fondazione Carigo, il diploma e sei concerti offerti rispettivamente dal Festival internazionale Nei suoni dei luoghi, dal Centro sloveno di educazione musicale Emil Komel, dall’Università Bocconi di Milano per la stagione 2016, da Kawai Halle – Krefeld – in Germania e due concerti offerti dal direttore artistico Maestro Riccardo Radivo e da Chiara della Porta dell’Associazione Il Concerto, all’interno del Festival Pianistico Internazionale di Trieste al Teatro Miela di Trieste e alla Sala Attems di Lucinico. Il secondo e terzo classificato si aggiudicano rispettivamente 2.000 e 1.000 Euro, più il Diploma. Per il Concorso pianistico internazionale «Città di Gorizia», nella Categoria «A» il 1° premio assoluto è di 200 Euro, nella Categoria «B» 250 Euro, Categoria «C» 300 Euro e nella Categoria «D» 350 Euro.

La direzione artistica dell’edizione 2014 dei due concorsi è del Maestro Siavush Gagjiev, pianista russo da anni residente a Gorizia, al quale si deve l’ideazione del concorso nato per onorare la memoria di Giuliano Pecar. La giuria, che fin dalla prima edizione si è distinta per autorevolezza e riconosciuta qualità all’interno del ricco panorama di concorsi musicali, è composta da Klaus Kaufmann, professore di pianoforte all’Università musicale e di arti figurative Mozarteum di Salisburgo ; Massimo Gon, concertista e docente al Conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste; Alexei Nabioulin, pianista russo docente al Conservatorio di Mosca ; Claudio Trovajoli, docente del Conservatorio “U. Giordano” di Foggia e al Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma; e inoltre, dal direttore artistico Siavush Gadjiev.

I due concorsi sono realizzati con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, della Provincia di Gorizia – Assessorato alla Cultura, del Comune di Gorizia, alcuni sponsor privati e con la collaborazione del Centro Sloveno di educazione musicale Emil Komel di Gorizia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!