Premio Fabris a Londero

11 Dicembre 2013
Matteo Londero

Matteo Londero

UDINE. Il Premio con borsa di studio “Maria Grazia Fabris”, da nove anni conferito al miglior studente di pianoforte dei corsi medi e superiori nei Conservatori di Udine e Trieste alla memoria della pianista e didatta istriana, concertista e per decenni docente al “Tartini”, è stato assegnato a Matteo Londero, frequentante al “Tomadini” di Udine il terzo anno del Triennio Superiore nella classe del prof. Claudio Mansutti.

La giuria, presieduta da Nino Gardi, coordinata da Claudio Gherbitz e formata dai quattro rappresentanti dei conservatori regionali, Franco Calabretto, Massimo Parovel, Giuliana Pastore e Roberto Turrin, ha espresso unanime convergenza sul giovane pianista friulano, interprete maturo e raffinato della Sonata in fa minore op. 2 n. 1 di Beethoven, dell’Improvviso op. 142 n. 1 di Schubert e di «Montecchi e Capuleti», estratto dalla versione pianistica della Suite Romeo e Giulietta di Prokof’ev.

Autentica rivelazione nel panorama del giovane concertismo pianistico, Matteo Londero è alla prima competizione musicale ed ha fino ad oggi incentrato la sua attività prevalentemente nel settore della musica da camera e della collaborazione pianistica; per il Conservatorio di Udine e per la classe del prof. Mansutti, che nei decenni ha formato numerose e attive personalità musicali, si è trattato dunque di un trionfo che segue i riconoscimenti ottenuti nelle scorse edizioni da Caterina Toso, Alessandro Marinelli e Elisa Rumici e conferma il valore della tradizione pianistica udinese.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!