Poli, Strauss e golosità

18 Novembre 2013

UDINE. È in partenza, martedì 19 novembre, la prevendita per gli spettacoli di dicembre del ricco cartellone 2013-14 del Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Una serie di appuntamenti da non perdere, a Policominciare da “Aquiloni”, dove con le scene del grande Emanuele Luzzati e i costumi di Santuzza Calì, torna al Teatro Nuovo di Udine Paolo Poli, da venerdì 13 dicembre a domenica 15 dicembre, con uno spettacolo su Pascoli che ha registrato il tutto esaurito nella passata stagione nei principali teatri italiani. Aquiloni, come viene decritto dall’attore stesso, è “un’allegoria del comporre poetico”, uno spettacolo che va a toccare le corde più profonde della sensibilità evocando nella magia del gioco affetti e sentimenti dove l’animo si eleva e si rasserena nel sorriso.

Martedì 31 dicembre, tradizione ormai consolidata vuole che un appuntamento musicale sia il modo ideale per congedarsi da un anno e brindare a quello nuovo. L’appuntamento riporta in teatro la Strauss Festival Orchestra, guidata dall’archetto di Willy Büchler – violinista e direttore, come vuole la tradizione della famiglia Strauss – in una selezione delle più belle melodie viennesi che sono ormai legate, nell’immaginario collettivo, all’arrivo del nuovo anno.

StraussLa Biglietteria sarà attiva da martedì a sabato (dalle 16 alle 19), martedì 19 novembre sarà aperta anche la mattina dalle 9.30 alle 12.30. Il servizio di prevendita è disponibile anche online. La campagna abbonamenti continua. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale www.teatroudine.it

Si ricorda inoltre che martedì 19 novembre partirà anche Gusti Teatrali, divagazioni tra curiosità teatrali ed enogastronomiche: una serie di appuntamenti dove il Teatro Nuovo Giovanni da Udine e il mensile q.b.fvg diretto da Fabiana Romanutti invitano golosi e curiosi a conversare di ricette e di spettacoli, di metafore culinarie e di piatti fumanti, di identità, seduzioni, aggressioni, di azioni nobili o delittuose.

Il 19 novembre alle 17.30 nel Foyer del Teatro, si parlerà di “alta qualità” in teatro e in cucina con Fabiana Romanutti, Walter Filipputti e Andrea Gabin, per invitare il pubblico alla visione dello spettacolo le Voci di Dentro di Eduardo De Filippo (in scena il 20 e il 21 novembre) in cui la cucina e le metafore legate al cibo hanno un ruolo fondamentale nella costruzione della trama complessiva e dell’identità dei protagonisti.

Si proseguirà con altri tre incontri correlati alla stagione di Prosa, divagando tra le seduzioni della Mirandolina di Goldoni, con le foodblogger e giornaliste Martina Liverani e Anna Maria Pellegrino (7 febbraio); si riscoprirà poi, con Giuliana Fabricio, la cucina al tempo di Svevo (per La coscienza di Zeno – 11 marzo). La serie degli appuntamenti si concluderà con un pomeriggio speciale (1 aprile), in occasione dello spettacolo La bottega del caffè, con una conversazione dedicata al “caffè” inteso come bevanda dalla storia intrecciata a quella delle civiltà mondiali e come pretesto di incontro sociale. Tutti gli appuntamenti saranno accompagnati da piccole degustazioni offerte da Casa Vinicola Antonutti, Gabin Pizza & Food, Vigneti e Oliveti Parovel, Ristorante al Bagatto; Panificio pasticceria Bacchetti; Orocaffè.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!