Pierino, una filarmonica, gli studenti e ovviamente il lupo

25 Aprile 2015

SAN VITO AL TAGLIAMENTO. Su iniziativa della Filarmonica Sanvitese, con la collaborazione dell’Istituto Comprensivo e del Liceo “Le Filandiere” di San Vito al Tagliamento, è nato il progetto didattico “Pierino e il lupo. La musica racconta…”. La conclusione sarà la messa in scena dello spettacolo di suoni, voci e immagini, all’auditorium H. Zotti lunedì 27 aprile alle 10.15 e alle 14 per i soli ragazzi delle scuole, e giovedì 30 aprile alle 21 aperto al pubblico con ingresso libero.

La Filarmonica sanvitese

La Filarmonica sanvitese

La favola musicale di Prokof’ev, nella versione per orchestra a fiati, sarà messa in scena sotto la direzione del maestro Simone Comisso mentre la voce narrante verrà interpretata da Norina Benedetti della compagnia teatrale ‘’Estragone’’. La scenografia sarà valorizzata dalle illustrazioni e dalle presentazioni multimediali realizzate dagli studenti. Infatti le classi dell’Istituto Comprensivo di San Vito hanno creato, con la consulenza artistica di Roberta Garlatti, gli elaborati grafico-pittorici per arricchire la scenografia.

Gli studenti del Liceo “Le Filandiere” di San Vito al Tagliamento, guidati della Prof.ssa Marica Macchia e con la consulenza audio-video di Fabio D’Amore e Francesco Sogaro dello studio “Artesonika”, hanno realizzato l’elaborazione multimediale delle immagini e provvederanno alla registrazione audio-video per la realizzazione di un dvd; hanno inoltre curato la promozione dell’iniziativa con manifesto e pieghevole di sala. Coinvolta anche la Pro San Vito che, in occasione della manifestazione “Piazza in fiore” che si terrà nel mese di giugno a San Vito, allestirà una mostra fotografica dell’iniziativa.

La favola musicata da Prokof’ev racconta la storia di un bambino di nome Pierino, che decide di intraprendere un’avventura pericolosa: catturare il feroce lupo che si aggira nei boschi. Il nonno però gli vieta di andare in cerca del lupo e Pierino viene chiuso in giardino in compagnia di un gatto, un’anatra e un uccellino. Ma sarà proprio il lupo ad arrivare nel giardino e allora il bambino, in pericolo, riuscirà a catturarlo prima dell’arrivo dei cacciatori, avvertiti dall’uccellino. Nella rappresentazione musicale i protagonisti sono gli strumenti musicali. La favola, messa in scena per la prima volta nel 1936, è diventata un classico apprezzato dai bambini di tutto il mondo ma anche dagli adulti.

I numeri del progetto

I ragazzi che parteciperanno ai 2 spettacoli come spettatori saranno circa 700 di cui 300 della Scuola Primaria divisi in 16 classi, 45 delle scuole medie di 2 classi, 60 del Liceo “Le Filandiere “ e 45 dell’Istituto “La Nostra Famiglia”. 195 sono i ragazzi coinvolti attivamente per la produzione degli elaborati grafici, per la realizzazione delle immagini, di manifesti e pieghevoli di sala; di cui 130 delle Primarie in 6 classi, 45 delle scuole medie in 2 classi e 20 del Liceo provenienti da più classi. 40 gli insegnanti coinvolti. 24 ore di lezione con l’esperta per la preparazione dei disegni. 8 ore di lezione con Direttore della Filarmonica per la presentazione della favola musicale. 4 ore in aula con i 2 tecnici audio-video e 6 ore in laboratorio. 40 musicisti della Filarmonica Sanvitese.

Condividi questo articolo!