Patto tra Sacile e Sabaudia nel nome di Pasolini

7 Giugno 2021

SACILE. È rientrata a Sacile la Delegazione istituzionale che ha onorato l’invito della Città di Sabaudia a trascorrere una tre-giorni all’insegna della collaborazione e dell’amicizia: guidata dal Sindaco Carlo Spagnol e dall’Assessore delegato ai Gemellaggi Alessandro Gasparotto, con i rappresentanti di Giunta, Consiglio e Comitato per i Gemellaggi, il gruppo ha potuto presenziare al ricco programma di eventi messo a punto come primo momento ufficiale per iniziare a gettare le basi di un futuro da costruire insieme.

Culmine dell’incontro, la firma del Patto di Amicizia tra le due città, sentito momento pubblico che ha coinvolto la cittadinanza ed è stato vissuto con particolare calore e soddisfazione anche dai discendenti delle numerose famiglie di coloni arrivati in quelle terre da Veneto e Friuli (così come da altre Regioni italiane) durante il Ventennio per l’immane opera di bonifica dell’Agro Pontino. Tra queste la famiglia Garlant che risiede nel borgo di Bella Farnia, i cui legami con le radici sacilesi non sono mai venuti meno. La firma apposta sul documento dal Sindaco Spagnol e da Giada Gervasi, Sindaco di Sabaudia, è stata preparata e accompagnata da una serie di incontri che hanno definito diversi obiettivi comuni, che le due città avranno modo di sviluppare insieme già dai prossimi mesi.

Cultura, scuola, giovani e sport sono le direttrici principali di questo percorso, che già ha avuto un suo prologo importante intorno alla figura di Pier Paolo Pasolini, al quale la città pontina ha dedicato un parco pubblico, in memoria del suo legame con quel territorio, dove abitò per anni in una villa sul litorale condivisa con Alberto Moravia. Nell’occasione di questa cerimonia, attesa da tempo in città, Sacile ha voluto dare un contributo di conoscenza sulla vita giovanile del poeta di Casarsa, realizzando un videoreportage che narra della sua infanzia a Sacile attraverso gli scorci cittadini cari allo scrittore, tra la sua casa nelle Contrade del Duomo, il Livenza, le vie del centro storico. Prodotto dal Comune di Sacile grazie anche alla collaborazione del Centro Studi Pasolini di Casarsa e, per suo tramite, di Giuseppe Mariuz, scrittore e storico degli anni friulani di Pasolini, il video è diffuso sul canale YouTube di VisitSacile.it e sulle pagine social del Comune, per mettere già in luce un percorso divulgativo correlato al prossimo centenario della nascita dell’artista, che cadrà nel 2022, per il quale anche Sabaudia è pronta a collaborare con attività condivise.

“Ci siamo trovati immediatamente d’accordo con il Comune di Sabaudia per privilegiare progetti che riguardino soprattutto i giovani, attivando contatti e scambi che possano interessare scuole e associazioni, intorno a cultura, arte e percorsi educativi anche attraverso lo sport, grazie alle importanti risorse della città pontina, tra le quali una Scuola Media a indirizzo musicale, simile alla nostra Balliana-Nievo, e un liceo sportivo”, così sottolinea il Sindaco Carlo Spagnol al rientro in città. “Un’accoglienza così calorosa e costruttiva – prosegue il Vice Sindaco Gasparotto – ci sprona a costruire già nei prossimi mesi le premesse per condividere idee e avviare iniziative che porteranno nel 2022 a contraccambiare l’invito, questa volta sulle rive del Livenza”.

Link al video: http://bit.ly/Pasolini_Sacile

Condividi questo articolo!