Parte un viaggio tra musica e parola (con tre percorsi)

27 Novembre 2015

GORIZIA/TRIESTE. E’ al via il progetto “Il suono della parola”, iniziativa organizzata dall’Insieme musicale italiano Mikrokosmos, sostenuto finanziariamente dalla Regione, col patrocinio della Provincia di Gorizia e organizzato in collaborazione con l’Associazione Intermusica Onlus di Gorizia, che propone un affascinante itinerario fra musica e parola. E’ modulato in tre percorsi che avvicinano il grande pubblico al melologo, genere musicale ancora poco apprezzato forse perché, appunto, poco conosciuto. L’obiettivo di Mikrokosmos, infatti, è quello di trovare un connubio ideale tra musica e parola, l’una sensibile alle ragioni dell’altra, ma entrambe libere e autonome nella rispettiva sfera semantica ed emozionale, presentando lavori appartenenti al repertorio del melologo che solo sporadicamente viene inserito nelle programmazioni concertistiche o teatrali. Ascoltando i concerti proposti da Mikrokosmos, grazie ad un’accurata e preziosa selezione di composizioni di elevato contenuto artistico, il grande pubblico potrà assistere a concerti di rara bellezza in quanto escono dagli schemi consueti di musicisti e attori che sono chiamati ad impegnarsi al di fuori dei loro ambiti tradizionali.

Ulteriori elementi di interesse del progetto “Il suono della parola” sono rappresentati dall’esecuzione di nuovi lavori di questo genere musicale che alcuni compositori hanno scritto o adattato per Mikrokosmos e dalla modalità di rappresentazione del brano “O’ Parapiri – Il melologo dell’oca” a cui verranno associate delle immagini ad acquerello, realizzate in esclusiva per quest’opera, dalla pittrice Anna Sonvilla. Il progetto, infine, intende rivolgersi a un pubblico che sente il desiderio di esplorare quell’esperimento estetico affascinante e provocatorio che potremmo definire come zona di confine tra suono e parola.

Il progetto prevede tre programmi per otto appuntamenti, tutti accomunati dalla peculiarità del genere del melologo. Il primo programma si intitola “Musiche e leggende di Praga”; si comincia sabato 28 novembre alle 17 a Gorizia (Palazzo Attems Petzenstein) per proseguire domenica 29 novembre (alle 11 a Trieste, Auditorium Museo Revoltella) all’interno della rassegna Mattinate e Serate musicali internazionali XIV edizione. Questo programma è dedicato al ricordo della figura del compositore triestino Marco Sofianopulo a un anno dalla prematura scomparsa, che alcuni anni fa rielaborò per Mikrokosmos un ciclo di brani della tradizione yiddish. Questa iniziativa vuole offrire l’occasione per gettare lo sguardo nel cuore dell’Europa su un suggestivo scorcio di Praga e sulla stupefacente simbiosi tedesco-ceco-ebraica che è alla radice della fioritura artistica della magica città boema.

Il Programma 2 prevede concerti a Rieti, a Roma e a Vienna.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!