Omaggio a Marco Davanzo, il pittore delle montagne

24 Giugno 2015

TOLMEZZO. Il 26 giugno alle 18 sarà inaugurata a Palazzo Frisacco (Tolmezzo) la mostra Montagne di luce – L’opera di Marco Davanzo. La mostra è organizzata dal Comune di Tolmezzo e dalla Soprintendenza Belle arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con il Comune di Ampezzo, rende omaggio a uno degli artisti più significativi della prima metà del Novecento: Marco Davanzo, nato ad Ampezzo nel 1872 ed ivi morto nel 1955. Il pittore, formatosi all’Accademia di Belle Arti di Venezia e all’Accademia di Francia di Roma, sensibile ai dettami espressivi del suo maestro Ettore Tito e dell’amico Pietro Fragiacomo, una volta rientrato al paese d’origine, si dedicò per oltre sessant’anni a immortalare con suggestivi e inediti scorci paesaggistici la sua terra natale. Non mancano, nella sua ricchissima produzione, per gran parte conservata a Palazzo Unfer di Ampezzo, intensi ritratti e scene di vita agreste e paesana.

Montagne innevate cm 25,5x36, 1912L’esposizione tolmezzina, che comprende oltre settanta opere selezionate dalla raccolta di proprietà statale conservata ad Ampezzo, focalizza l’attenzione sulla rappresentazione delle Alpi Carniche, compagne silenziose della lunga vita del pittore e protagoniste di numerosissimi studi e bozzetti dal vero. Dalle opere scelte, a volte di ridotte dimensioni, trapela la sensibilità dell’artista alle variazioni luministiche del tempo e delle stagioni.
Nella prima metà del Novecento, Davanzo partecipò a importanti mostre nazionali e internazionali: le sue opere furono accolte sempre con lusinghieri commenti della critica e condiviso entusiasmo del pubblico. Ora, a sessant’anni dalla sua scomparsa, attraverso un’accurata selezione si intende far conoscere alle nuove generazioni e far riscoprire a un vasto pubblico il Maestro, al quale, per la prima volta, Tolmezzo dedica una rassegna ricca e, per diversi aspetti, inedita. La mostra è corredata da un approfondito catalogo pubblicato da Moro Editore con contributi storico-critici di Raffaella Cargnelutti, Morena D’Aronco, Maria Concetta di Micco, Michela Lupieri.

La mostra di Palazzo Frisacco (via Renato Del Din, 7) rimarrà aperta fino al 27 settembre. Ingresso libero. La mostra è aperta dalle ore 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00. Giorno di chiusura: martedì.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!