Musica oltre ogni steccato

15 Febbraio 2014

CERVIGNANO. Lunedì 17 febbraio il Teatro Pasolini di Cervignano (alle 21) si apre alle contaminazioni con il jazz d’avanguardia di Down Deep, primo riuscitissimo progetto musicale del trio composto dal violoncellista olandese Ernst Reijseger – personalità di primo piano della musica improvvisata europea degli ultimi trent’anni –, dal pianista e connazionale Harmen Fraanje, docente al Conservatorio di Amsterdam, e dal cantante e strumentista senegalese Mola Sylla. Dall’incontro di questo trio totalmente “atipico” nasce uno spettacolo che travalica qualunque steccato stilistico, tra estatiche sequenze circolari, complessi pattern ritmico-melodici di origine africana, fino a sfiorare il free jazz e la musica lirica con la rilettura del pucciniano E lucevan le stelle.

reijsegerfraanjesylla02Ernst Reijseger è un compositore abituato a muoversi nella musica in totale libertà. Lo dimostra anche il suo ultimo progetto Down Deep (Winter & Winter, 2013) creato in trio con Fraanje e Sylla. L’accostamento, sulla carta, sembrerebbe fra i più improbabili: da una parte un violoncello e un pianoforte, strumenti intrisi della tradizione colta europea, dall’altra una voce e il canto dello xalam (liuto), del Kongoma e della M’bira (due delle infinite varianti africane della famiglia dei lamellofoni), eredità della tradizione Wolof del Senegal. «Molta gente non capisce questo disco – ammette lo stesso Reijseger – perché non è jazz, né world music, né musica classica, e ci sono un violoncello e un pianoforte ma c’è anche un musicista africano. Viviamo in un’epoca in cui la gente vuol sapere che cosa ascolterà, prima ancora di aver ascoltato. Per me è un enorme equivoco».

Reijseger è compositore e performer dallo spirito geniale e irrequieto. È tra i pionieri dell’introduzione del violoncello in ambito jazz che a volte suona come una chitarra “tenendolo in orizzontale, perché in questo modo è possibile applicare tecniche chitarristiche, come il barré, che permettono di dare alla musica le direzioni più diverse”. Il trio si forma nell’aprile 2008 a Tilburg, in Olanda, dopo un concerto completamente improvvisato: il successo è pieno ed immediato, ed in poco tempo l’ensemble diventa stabile. La combinazione dei tre musicisti crea un sound originale, dal carattere ben definito, fatto di humour e brillante improvvisazione, sempre sostenute da una straordinaria tecnica individuale.

Reijseger, Fraanje e Sylla propongono una musica libera dove composizione ed improvvisazione si combinano sapientemente in uno spettacolo di grande intensità. Il repertorio è composto da brani originali di Reijseger e Fraanje e comprende anche le bellissime composizioni realizzate per le pellicole My Son, My Son, What Have You Done e Cave of Forgotten Dreams del celebre regista Werner Herzog. 

I biglietti per il concerto (intero € 15,00/ridotto € 12,00) sono disponibili alla biglietteria del Teatro Pasolini, piazza indipendenza 34 a Cervignano del Friuli (tel. 0431.370273) e online sul sito www.euritmica.it.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!