Note della Grande guerra

20 Maggio 2015

UDINE. Venerdì prossimo, 22 maggio alle 21 al Teatro “Giovanni da Udine”, il Conservatorio “Tomadini” sarà protagonista di un nuovo itinerario musicale progettato per celebrare solennemente il 4° Raduno Nazionale Assoarma, Consiglio nazionale permanente delle associazioni d’arma della Repubblica Italiana, evento che quest’anno si tiene a Udine nell’ambito delle celebrazioni del centenario della prima guerra mondiale.

Il concerto, realizzato in collaborazione con Regione, Provincia di Udine, Comune di Udine, e Fondazione CRUP, vedrà protagonista l’Orchestra di Fiati del Conservatorio diretta da Marco Somadossi con la partecipazione del trombonista Domenico Lazzaroni e del baritono Domenico Balzani, docenti a Udine di Composizione e strumentazione per orchestra di fiati, trombone e canto. Il programma pensato per l’importante occasione si configura quale itinerario originale e articolato attraverso le diverse espressioni musicali che risuonarono sui fronti di guerra, itinerario che accosterà il Canto degli italiani – Inno Nazionale, a un doveroso omaggio agli eserciti contrapposti con un canto diffuso tra le truppe austriache e tedesche, Ich hatt’einen Kameraden, per proseguire con pagine avvincenti, di rara esecuzione e dense di significati simbolici legati alla grande guerra: Sul Montello, Gran marcia sinfonica dedicata al generale Diaz, di Giuseppe Piantoni, il pregevole Concerto per trombone e banda di Nikolaj Rimskij-Korsakov, Fantasia militare italica di Antonio d’Elia in prima esecuzione moderna, Overture dalla commedia musicale Poeta e contadino di Franz von Suppé, l’aria «Di Provenza il mar, il suol» da La traviata di Giuseppe Verdi, la prima esecuzione assoluta di Notturno per baritono e orchestra di fiati di Renato Miani, docente di composizione, la celebre Romanza da salotto Musica proibita di Stanislao Gastaldon, per terminare con La canzone del Piave di E. A. Mario (Giovanni Ermete Gaeta) e Quick March “Holyrood” di Kenneth Alford. Numerosi degli arrangiamenti per orchestra di fiati proposti nel concerto di venerdì prossimo sono stati redatti appositamente per questo evento concertistico e celebrativo dal prof. Marco Somadossi e da Giorgio Cannistrà e Walter Cragnolin.

L’evento prevede ingresso libero con biglietto d’invito e senza prenotazione a mezzo posta elettronica. I biglietti saranno distribuiti gratuitamente, e fino a esaurimento dei posti disponibili, alla biglietteria del Teatro, a partire da domani, giovedì 21 maggio, secondo i consueti orari previsti dalla biglietteria del teatro.

Condividi questo articolo!