Nel giardino del Doge Manin per ammirare piante e fiori

25 Agosto 2014

CODROIPO. “Nel giardino del doge Manin”, mostra floreale di piante e arredi per il giardino, per questa prima edizione prende l’avvio nel fine settimana di sabato 13 e domenica 14 settembre: gli appuntamenti futuri saranno poi stagionali (primavera e autunno), con la consulenza organizzativa di specialisti e la presenza dei più quotati vivaisti a livello italiano.

parco villa maninQuesta mostra, ad ingresso libero, si propone come un incontro florovivaistico irrinunciabile, accompagnato da eventi collaterali per ampliare il bagaglio della cultura del ‘verde’ e quello storico artistico del luogo stesso ove si svolge, lo splendido parco di Villa Manin a Passariano, presso Codroipo: un’esposizione/mercato di piante particolari e di qualità da far conoscere ai visitatori più esperti e ai nuovi appassionati, ospitata da una villa e da un parco, voluti da Lodovico I Manin e dal figlio Francesco IV a partire dal lontano 1670, che raccontano una storia unica tra Venezia e il Friuli, segnata dalla presenza del giovane generale francese Napoleone Bonaparte, che qui soggiornò in occasione della firma del Trattato di Campoformido.

L’edizione di settembre, in questa splendida cornice, sarà dedicata alle varietà botaniche più affascinanti che raggiungono il loro massimo splendore nel periodo autunnale: ad esempio, gli alberi da frutto in specie antiche e ritrovate, le bacche ed i frutti minori, le piante aromatiche, senza scordare le piante perenni a fioritura autunnale, le rose, le ortensie e molte altre meraviglie ancora.

Naturalmente, in un parco che vede una straordinaria fioritura di narcisi in primavera, non potevano mancare le bulbose, ed ecco una vastissima scelta di bulbi, rizomi e tuberi proposti da una delle più importanti e prestigiose ditte italiane: non mancherà poi il divertimento per grandi e piccini con visite gratuite in carrozze d’epoca che riporteranno nel passato attraverso i viali del parco.

Grazie al doppio appuntamento che Villa Manin si propone di realizzare ogni anno, sarà possibile mostrare al pubblico quelle varietà che gli espositori non presentano di solito nell’edizione primaverile; le fioriture autunnali, benché meno conosciute, sono pure ricche di sorprese e di particolarità botaniche come ad esempio i frutti minori, le bacche, i frutti antichi che si mostrano proprio in questo periodo ed alcune varietà di rose, ortensie e piante perenni.

Conferenze su temi di storia dei giardini e botanica, oltre a proiezioni di film documentari, saranno un perfetto corollario della mostra floreale e completeranno, con le mostre di fotografia naturalistica visitabili nella Barchessa di Levante, questi due giorni di ‘immersione’ nel paesaggismo e giardinaggio di qualità.

L’occasione è davvero unica anche per trascorrere un fine settimana fra arte e natura alla scoperta di una delle più belle ville venete, sede da decenni di mostre di respiro internazionale come quella che si apre negli stessi giorni, dedicata all’artista statunitense Man Ray (13 settembre 2014 – 11 gennaio 2015).

“Nel giardino del doge Manin” è un’iniziativa dell’Azienda speciale Villa Manin, del Centro regionale di catalogazione e restauro dei beni culturali del Friuli Venezia Giulia e si avvale del sostegno della Regione e di TurismoFVG.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!