Musica, Scienza e Poesia suggestivo intreccio a Sacile

3 Dicembre 2014

SACILE. “SOPRA IL CANDORE DELLA LUNA” è l’evocativo titolo che apre il Festival Musica Antica di Sacile alle speculazioni scientifiche di Galileo, scelto come nume tutelare di questa edizione della rassegna, promossa dal Barocco Europeo, nella ricorrenza dei 450 anni dalla nascita. Ospite d’eccezione per questo originale appuntamento, tra musica, scienza e poesia, la Cappella Musicale di San Giacomo Maggiore in Bologna, che sarà presente a Palazzo Ragazzoni giovedì 4 dicembre per un doppio imperdibile appuntamento.

Marco Muzzati

Marco Muzzati

Si comincia alle 18.30 con una conferenza musicale di introduzione a temi e pensieri della famiglia Galilei, tra la teoria e composizione musicale di Vincenzo, padre di Galileo, la vita errabonda di Michelangelo, secondogenito che seguì le orme paterne come liutista in diverse corti europee dell’epoca, e le intense pagine epistolari di Virginia Galilei, figlia dello scienziato che visse come suor Celeste nel convento di Arcetri. Marco Muzzati, musicista dell’ensemble e Roberto Cascio, liutista e maestro concertatore, guideranno il pubblico alla scoperta di questi interessanti intrecci culturali, non senza dimenticare una golosa appendice, che, riprendendo in chiave moderna alcune antiche ricette citate in testi e manuali coevi, chiuderà questa prima parte dedicata a “Note e Sapori” per proseguire con l’esecuzione del concerto, che avrà inizio alle 20.30 nelle medesime sale.

In programma brani dal “Fronimo”, ovvero dal principale trattato musicale di Vincenzo Galilei, ma anche partiture di contemporanei come Vincenzo Ruffo, Marc’Antonio Pordenon, Annibale Padovano, Cipriano De Rore, accompagnati dalla lettura di passi dalla lettera di Galileo “Sopra il candore della Luna” e dei versi “Alla luna” del poeta Biagio Marin. Oltre a Muzzati (voce narrante e percussioni) e Cascio (liuto e concertazione), l’ensemble della Cappella di San Giacomo Maggiore sarà completato per questo concerto da Arianna Lanci (voce) e Antonio Lorenzoni (flauti).

Entrambi gli eventi saranno ad ingresso libero.

Condividi questo articolo!