Musica in Villa ’15: due mesi di concerti nel Medio Friuli

6 Luglio 2015

CODROIPO. La musica è come un oceano formato da una moltitudine di onde che, pur avendo la stessa origine, sono sempre diverse tra loro e, ricadendo una dentro l’altra, si intrecciano e si legano continuamente. È questa l’immagine che può riassumere il programma dell’edizione 2015 di MUSICA IN VILLA, rassegna musicale ideata, organizzata e promossa dal Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli, che prenderà il via domenica 12 luglio in Villa Savorgnan a Flambro di Talmassons per concludersi, dopo quasi due mesi, sabato 5 settembre a Castions di Strada. Un’edizione, la 15ma, che si articola in 15 concerti e si caratterizza per l’alta qualità delle proposte musicali. Repertori di grande bellezza e difficoltà esecutiva si uniscono all’eterogeneità e trasversalità dei generi in un’abbinata voluta e ricercata per far luce, come evidenziato all’inizio, sul continuo dialogo tra le diverse categorie in cui siamo abituati a incasellare la musica e per offrire nuove e sfaccettate possibilità di ascolto. Un’edizione che, come da anni, mira alla valorizzazione di un comprensorio territoriale, quello costituito dai 13 Comuni aderenti al Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli, in una perfetta combinazione di musica e luoghi d’incanto ricchi di storia con un unico scopo: promuovere CULTURA e BELLEZZA.

MUSICA IN VILLA 2015 si presenta con concerti in esclusiva, in quanto la gran parte degli appuntamenti sono stati appositamente pensati per la rassegna dalla segreteria organizzativa del P.I.C. del Medio Friuli e dai musicisti e artisti coinvolti, che non tralasciano di ricordare avvenimenti storici (la Prima Guerra Mondiale), personaggi e maestri (Dante o Scriabin) e che trovano ospitalità per la quasi totalità in evocative e suggestive VILLE e DIMORE STORICHE private del Medio Friuli gentilmente concesse dai proprietari. E a questo proposito sono da segnalare le tre prestigiose dimore che quest’anno entrano per la prima volta a far parte del circuito della manifestazione: Casa Filaferro a Rivarotta di RivignanoTeor, Villa Kechler a San Martino di Codroipo e Casa Maldini a Santa Marizza di Varmo. Come d’abitudine, non mancheranno poi alcuni momenti collaterali. Nello specifico si tratta delle collaudate animazioni di lettura “Bambini in Villa”; di percorsi di scoperta alle sedi dei concerti; di alcuni “opening act”, cioè di momenti pre-concerto volti a far conoscere al pubblico allievi particolarmente meritevoli provenienti dai riconosciuti istituti musicali attivi nel Medio Friuli.

MUSICA IN VILLA 2015, infine, collabora con l’Associazione di Volontariato FRIULI MANDI NEPAL NAMASTÉ onlus promuovendo una raccolta di fondi a favore della popolazione terremotata del Nepal. Quanto donato nei 15 concerti sarà pubblicamente consegnato ai rappresentanti dell’associazione stessa nel corso dell’ultimo appuntamento della rassegna. Questo con la convinzione che la cultura può e deve essere anche strumento di solidarietà e pace. La manifestazione musicale è realizzata con il sostegno della Provincia di Udine, dell’Istituto Regionale Ville Venete, della Banca di Credito Cooperativo di Basiliano e in collaborazione con l’Associazione Culturale Colonos di Villacaccia di Lestizza, l’Associazione Musicale e Culturale Armonie, il Coro del Friuli Venezia Giulia, i lettori volontari delle Biblioteche Civiche di Lestizza, Mereto di Tomba e RivignanoTeor, il Museo Civico delle Carrozze d’Epoca di Codroipo, la Scuola di Musica Città di Codroipo. Per Trincee: risveglio di primavera anche con il sostegno della Scuola Internazionale di Comics di Padova; per Misa de Indios anche con il sostegno di Hausbrandt Trieste 1892 S.P.A.

Ecco, in dettaglio, il programma dell’intera rassegna.

Flambro di Talmassons domenica 12 luglio 2015 – ore 21 – Villa Savorgnan – in caso di maltempo Auditorium Polifunzionale di Talmassons F. M. 4TET IN BOUNDARY (Francesco Minutello tromba e flicorno, Gianpaolo Rinaldi pianoforte, rhodes e synth, Simone Serafini contrabbasso e basso elettrico, Pablo De Biasi batteria). L’F.M. 4tet nasce nel 2009 dalla collaborazione fra il trombettista e band leader Francesco Minutello ed il pianista Gianpaolo Rinaldi. Nel corso degli anni si è avvalso della collaborazione di vari musicisti ed amici, fino a trovare una propria identità e direzione musicale con l’attuale formazione, stabile dal 2010 al 2013, e con l’ingresso di un nuovo batterista ad inizio 2014. Il repertorio proposto è prevalentemente composto da brani originali, che si rifanno indubbiamente alle sonorità del jazz moderno, newyorkese riscontrando pareri positivi da parte di musicisti del calibro di Aaron Parks, Justin Faulkner, Kevin Hays, Ambrose Akinmusire e Marco Tamburini. Boundary è il secondo lavoro discografico del gruppo.

Mortegliano giovedì 16 luglio 2015 – ore 21 – Villa Conti di Varmo – in caso di maltempo Palestra Comunale LA FRONTERA IN MISTRAL (Miranda Cortés fisarmonica cromatica, Michele Pucci chitarra flamenca, Michele Sguotti violino e viola, Lorenzo Gasperoni percussioni). Flamenco, musica araba classica, musica ottomana, andalusa, sefardita e composizioni originali. Nei dieci brani del nuovo cd Mistral de La Frontera, frutto di tre anni di intenso lavoro che hanno portato il gruppo alla creazione di un’identità sonora rinnovata, ricca e personale, soffiano i venti della fisarmonicista e cantante francese Miranda Cortés, il pathos della chitarra flamenca di Michele Pucci, la viola e il violino del cantaor Michele Sguotti, le variegate percussioni etniche di Lorenzo Abu Gasperoni. La Frontera, nel Medioevo, era il confine reale e metaforico fra il mondo cristiano e quello arabo. Oggi, La Frontera è un ensemble di musicisti che dal 2000 svolge un intenso studio sulle tradizioni musicali del Mediterraneo, alimentando così un ricco repertorio in continua evoluzione.

Rivarotta di RivignanoTeor sabato 18 luglio 2015 – ore 21 – Casa Filaferro – in caso di maltempo Auditorium Comunale di RivignanoTeor UMANITÀ DI DANTE (Giuseppe Bevilacqua voce recitante, Ferdinando Mussutto pianoforte). “La lingua di Dante appare quasi un miracolo inconcepibile. Di fronte a tutti gli altri scrittori precedenti, la sua espressione possiede una tale ricchezza, concretezza, forza, duttilità, che si arriva alla convinzione che quest’uomo abbia con la sua lingua riscoperto il mondo.” Da questa frase di Erich Auerbach trae spunto e origine questo appuntamento speciale, ideato esclusivamente per Musica in Villa in occasione del 750mo anniversario della nascita di Dante Alighieri: sommo poeta e padre della lingua italiana con la sua opera maestra, La Divina Commedia, ha ispirato numerosi compositori classici. Un inedito duo di grandi e conosciuti interpreti, l’attore Giuseppe Belvilacqua e il pianista Ferdinando Mussutto, per un alternarsi di parole e note.

ore 19 – BAMBINI IN VILLA: animazione di lettura a cura dei lettori volontari della Biblioteca Civica di RivignanoTeor

ore 19 – percorso guidato alla scoperta di Casa Filaferro

Villaorba di Basiliano venerdì 24 luglio 2015 – ore 21 – Villa Occhialini – in caso di maltempo Aula Magna scuola secondaria di primo grado Aurelio Mistruzzi di Basiliano GIROTTO/DE MATTIA/KAUČIČ/CESSELLI (Javier Girotto sax soprano e baritono, Massimo De Mattia flauti, Zlatko Kaučič batteria e percussioni, Bruno Cesselli pianoforte). Un quartetto di musicisti acclamati a livello internazionale che si è costituito appositamente per Musica in Villa. Una connection che da tempo aleggiava nell’aria, ma che ancora non aveva trovato modo di concretizzarsi e riunire questi quattro assi del jazz, che finalmente prende corpo. Se infatti Massimo De Mattia, Zlatko Kaučič e Bruno Cesselli collaborano insieme da molti anni, a loro ora, per la prima volta, si unisce il grande Javier Girotto, sassofonista argentino di origini pugliesi dall’instancabile carriera e che si è esibito con i più conosciuti musicisti jazz e suonando nei più affermati teatri e festivals. Un desiderio che diventa realtà, perché la musica è anche questo, per il piacere di sperimentare e di offrire al pubblico un progetto esclusivo con un repertorio di sole composizioni originali.

Mereto di Tomba domenica 26 luglio 2015 – ore 21 – Casa Someda De Marco – in caso di maltempo Sala Teatro Via Rimembranza IL SOGNO E LA DANZA (Barbara Rizzi pianoforte, Antonio Nimis pianoforte). Barbara Rizzi e Antonio Nimis, perfezionatisi con il maestro Daniel Rivera, costituiscono un duo pianistico dal 1994. Da oltre un ventennio, quindi, collaborando con musicisti di fama internazionali e con diverse incisioni al loro attivo, si esibiscono in centinaia di concerti in Italia e all’estero nell’ambito di numerose prestigiose rassegne. Il progetto che propongono per questo appuntamento prevede un repertorio a quattro mani molto evocativo ed amato dal pubblico, poiché comprende virtuosistiche trascrizioni pianistiche da celeberrime partiture orchestrali, quali Lo Schiaccianoci e Il Lago dei Cigni di Tchaikovski, alternate alla Sonata in si bemolle maggiore opera 30 di Schubert e ai sedici walzer dell’opera 39 di Brahms.

ore 19 – BAMBINI IN VILLA: animazione di lettura a cura dei lettori volontari della Biblioteca Civica Pietro Someda De Marco di Mereto di Tomba

ore 19 – percorso guidato alla scoperta della biblioteca di Pietro Someda De Marco

ore 20.45 – opening act (Elisa Venturini pianoforte, Anna Venturini clarinetto, Sara Bearzi clarinetto)

Codroipo venerdì 31 luglio 2015 – ore 21 – Piazza Giuseppe Garibaldi – in caso di maltempo Teatro Comunale Benois De Cecco BIG BAND BATTLE: Big Band Città di Codroipo (Giovanni Barbetta, Marcello Comuzzi, Paolo Comuzzi, Giulio D’Alvise, Marco Feruglio, Stefano Spizzamiglio sassofoni; Nicola Barzan, Davide Casonato, Federico Mansutti, Elver Querin trombe; Paolo Mancini, Michele Pecorari tromboni; Antonio Soramel basso; Massimo Orselli percussioni; Mattia Pordenon, Eleonora Villotti batterie; Tupak Beteta, Monica Comisso, Anna Tamburlini voci; Nevio Zaninotto direttore) e Baby Big Band (Pierre Boschetti, Stefano De Giorgio, Roberto Del Mestre, Elvis Fabbro, Mattia Mestroni, Giovanni Rognoni, Rachele Rognoni sassofoni; Matteo Novello, Pierluigi Fabbro, Moreno Mio, Stefano Peres trombe; Alessandro Bernardis, Riccardo Bunello, Alessio Castellani, Michele Pecorari, Marco Pignolo tromboni; Fabio Bertusso chitarra; Paolo Rovere basso; Erica Paron pianoforte; Mirko Sclabi batteria; Michele Brino percussioni; Fabrizio Fontanot direttore).

Un originale concerto, dedicato ai giovani musicisti, nato dalla collaborazione fra l’Associazione Musicale e Culturale Armonie e l’Associazione Musicale e Culturale Città di Codroipo, vivaci e attive realtà del Medio Friuli. Per la prima volta le Big Band delle due scuole di musica, formazioni che ricalcano lo stile delle swing-orchestra americane degli anni ’30, si incontrano e si scontrano per dar vita a una Big Band Battle, duello musicale con esibizioni alternate che riporta alla memoria le sfide tra le band capitanate da musicisti quali Benny Goodman, Count Basie, Duke Ellington, Dizzy Gillespie, Charles Mingus, Gil Evans o John Coltrane. Anche in questo caso, i direttori Nevio Zaninotto e Fabrizio Fontanot, di estrazione musicale molto diversa, evidenzieranno le caratteristiche e la bravura degli organici offrendo grande intrattenimento.

Camino al Tagliamento domenica 02 agosto 2015 – ore 21 – Villa Stroili – in caso di maltempo Teatro Comunale M’ILLUMINO DI SENSO (Francesco Bearzatti sax e clarinetto, Angelo Comisso pianoforte). Un lavoro musicale liberamente ispirato alla celebre poesia di Ungaretti. Il progetto targato Bearzatti-Comisso vuole essere un momento di riflessione su uno dei più tragici ed oscuri eventi del secolo scorso e della storia dell’umanità: la Prima Guerra Mondiale. Una suite, concepita in più quadri musicali, che descrive secondo la sensibilità dei due musicisti-compositori la vita interiore di un soldato al fronte. Paure, sgomenti, odi, follie, angosce, nostalgie, attese, gioie fugaci e speranze sono solo alcuni dei sentimenti evocati. La suite prende avvio dal triste momento della lettera di chiamata alle armi e, passando attraverso la vita di trincea, si conclude con un immaginario ballo conciliatore tra i giovani soldati dei due fronti avversi. L’intero lavoro, scritto a quattro mani dai due musicisti, lascia ampio spazio alla più completa improvvisazione.

Sterpo di Bertiolo giovedì 06 agosto 2015 – ore 21 – Borgo Storico TEHO TEARDO DECIMINO (Teho Teardo chitarra baritona ed electronics; Lucia Clonfero, Elena De Stabile, Nicola Mansutti, Giuseppina Tonet violini; Elena Allegretto, Stefano Azzolina, Alessandra Comisso, Lucia Zazzaro viole; Mara Grion, Antonino Puliafito violoncelli e con un ensemble di 40 chitarristi. Compositore, musicista e sound designer, Teho Teardo si dedica all’attività concertistica e discografica indagando il rapporto tra musica elettronica e strumenti tradizionali. Ha realizzato numerose colonne sonore per importanti registi divenendo in pochi anni punto di riferimento per la musica al cinema in Italia e all’estero. Per Musica in Villa, Teho Teardo torna in Friuli per un concerto unico, Decimino: un ensemble di dieci archi esegue, dopo l’imbrunire, le composizioni del musicista nel borgo dal fascino senza tempo di Sterpo. Dal buio, un secondo gruppo di circa 40 chitarristi si unirà poi nel finale per l’esecuzione di L’etoile de mer, un’anteprima del brano che conclude la colonna sonora del progetto legato ai film di Man Ray di cui a settembre uscirà l’album dal titolo Le retour à la raison.

San Martino di Codroipo venerdì 07 agosto 2015 – ore 21 – Villa Kechler – in caso di maltempo Teatro Comunale Benois De Cecco di Codroipo DANIEL RIVERA IN CONCERTO (Daniel Rivera pianoforte). Un repertorio totalmente dedicato a Ludwig Van Beethoven per un appuntamento speciale con Daniel Rivera. Nato nel 1952 a Rosario (Argentina) in una famiglia di musicisti e giunto in Italia nel 1973 grazie ad una borsa di studio, il maestro Rivera è considerato un pioniere delle sfide pianistiche e interprete di programmi ed opere di rara esecuzione. Questo interesse culmina nel 2002, quando presenta in prima mondiale una sua trascrizione pianistica della Sagra della Primavera di Stravinsky e conferma ancora una volta le sue straordinarie capacità tecniche e interpretative già evidenziate negli anni con numerosi premi in prestigiosi concorsi internazionali. La trascrizione, unica al mondo, suscita l’interesse di Martha Argerich, con cui collabora e si esibisce stabilmente dal 2009. Molto attivo in ambito didattico, è invitato frequentemente a presiedere importanti giurie internazionali ed è ospite nei più rinomati teatri del mondo.

In occasione del concerto, apertura straordinaria del Museo Civico delle Carrozze d’Epoca di Codroipo dalle ore 19 alle ore 21 con ingresso gratuito

Flumignano di Talmassons giovedì 13 agosto 2015 – ore 21 – Villa Mangilli ATTRAVERSO IL NOVECENTO. Capolavori per quartetto d’archi – Quartetto Stradivarius (Stefano Picotti primo violino, Caterina Picotti secondo violino, Annalisa Clemente viola, Lisa Pizzamiglio violoncello). Un gradito ritorno a Musica in Villa, quello del Quartetto Stradivarius. L’ensemble, che rappresenta da oltre un decennio il Friuli Venezia Giulia nella divulgazione di un repertorio tra i più vasti ed avvincenti della storia della musica, per questo concerto propone al pubblico un prezioso programma interamente dedicato alla musica del Novecento, per lo più ancora poco conosciuta ed eseguita. Allo struggente Adagio di Barber si accompagnano infatti le arcaiche atmosfere di Malipiero, il minimalismo di Part e le siderali suggestioni evocate dall’opera 110 “in memoria delle vittime del fascismo e della guerra” di Shostakovich, in un affascinante viaggio tra sogno e realtà.

Villacaccia di Lestizza giovedì 20 agosto 2015 – ore 21 – Ai Colonos – in caso di maltempo Auditorium Comunale di Lestizza DI JERBA E DI SUNS. Musica e parole per una Spoon River carnica. Povolâr Ensemble (Mauro Costantini pianoforte, Federico Luciani percussioni, Mirko Cisilino tromba, Emanuel Donadelli batteria, Massimiliano D’Osualdo fisarmonica, Simone Serafini contrabbasso, Maria Fernanda Pardini canto, Flaviano Miani canto, Riccardo Maranzana voce recitante, Francesca Casaccia voce recitante, Riccardo Losito immagini, Annalisa Comuzzi e Francesca Valente scelta testi). Spettacolo di teatro-canzone, ideato e curato da Annalisa Comuzzi e Francesca Valente, che ripropone le canzoni di Cjamp dai pierduts amôrs, il secondo album di Giorgio Ferigo & Povolâr Ensemble datato 1983. Le musiche sono state riarrangiate, con coerenza compositiva e rigore stilistico, da Mauro Costantini, compositore e pianista di solidissima esperienza, che guida una formazione di talentuosi musicisti. A intrecciare musica e narrazione, le voci di Riccardo Maranzana e di Francesca Casaccia, che accompagnano gli spettatori a scoprire i motivi ispiratori, i rimandi letterari, i materiali e le fonti a cui Giorgio Ferigo aveva fatto riferimento per ideare questa delicata ed intensa Spoon River cjargnela, fatta di storie di vita quotidiana e ordinarie vicende di oppressione e lacerazione esistenziale rintracciate tra le vecchie lapidi del cimitero di San Giorgio di Comeglians.

ore 19 – BAMBINI IN VILLA: animazione di lettura a cura dei lettori volontari della Biblioteca Civica di Lestizza. Appuntamento proposto in collaborazione con l’Associazione Culturale Colonos di Villacaccia di Lestizza e inserito anche nella rassegna Avostanis 2015

Santa Marizza di Varmo venerdì 21 agosto 2015 – ore 21 – Casa Maldini ADRIANO DEL SAL IN CONCERTO (Adriano Del Sal chitarra). Adriano Del Sal è uno dei più significativi interpreti di chitarra degli ultimi anni. L’eccezionale talento musicale, la profonda sensibilità artistica e il totale dominio tecnico dello strumento, rendono le sue interpretazioni uniche. Formatosi all’Accademia di Francisco Tárrega di Pordenone e al Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine, ha partecipato a masterclass con importanti concertisti, quali David Russell, Manuel Barrueco, Stefano Grondona, Angelo Giardino, Alberto Ponce e Carlo Marchione. Ha vinto dodici importanti concorsi internazionali, tra cui l’Julián Arcas a Almería (Spagna), il Michele Pittaluga – Città di Alessandria e la Certamen Francisco Tárrega a Benecasim (Spagna). Nel 2003, ha ottenuto il premio internazionale La Chitarra d’Oro come miglior giovane musicista dell’anno. Ospite dei più importanti festival in Italia, Germania, Messico, Russia, Stati Uniti, Ucraina e Slovenia, svolge un’intensa attività didattica.

Redenzicco di Sedegliano venerdì 28 agosto 2015 – ore 21 – Via Redentore – in caso di maltempo Teatro Comunale Plinio Clabassi di Sedegliano TRINCEE: RISVEGLIO DI PRIMAVERA (Andrea Pennacchi voce recitante, Giorgio Gobbo chitarra acustica e armonica a bocca, Vittorio Bustaffa disegni dal vivo). Trincee: risveglio di primavera racconta le gesta di un soldato qualsiasi durante la Prima Guerra Mondiale, il suo arruolamento volontario, l’esperienza nel conflitto, la disillusione, il legame con i compagni, la fragilità della condizione umana. Il giovane soldato protagonista diventa una sorta di antieroe sovranazionale, che dà voce a tutti quelli che nelle trincee sperimentarono l’indicibile, ma anche lo slancio giovanile verso la lotta e la vita. Parole, suoni e immagini che, attraverso il passato, mettono in luce ciò che è utile e necessario nel presente, perché la memoria appartiene ai vivi, in una prospettiva lontana dalla retorica e rispettosa delle centinaia di migliaia di caduti, della loro gioventù, dei loro sogni.

ore 20.45 – opening act (Federica Mauro chitarra classica)

Sant’Odorico di Flaibano giovedì 03 settembre 2015 – ore 21 – Villa Marangoni Masolini – in caso di maltempo Chiesa Parrocchiale di San Odorico DEBUSSY, LISZT, SCRIABIN: VIAGGIO TRA ESOTERISMO E SPIRITUALITÀ (Irene Russo pianoforte). Un linguaggio quasi spettrale coinvolge alcuni tra i massimi esponenti della letteratura pianistica: Claude Debussy, Alexander Scriabin e Franz Liszt. Caparbi sperimentatori strumentali, hanno saputo raccontare un simbolismo ermetico e allo stesso tempo si sono resi superbi interpreti del loro tempo. Sempre alla ricerca di un’estetica molto personale e distintiva, hanno reso il loro stile compositivo unico e contemporaneo. Se l’impenetrabilità dell’opera d’arte era in cima alle preoccupazioni di Debussy, l’ideale artistico per Scriabin era principalmente di impostazione esoterica mentre la spiritualità lisztiana, pur con caratteri difformi, si manifesta nel repertorio proposto da Irene Russo – pianista nota e affermata a livello internazionale – come un caleidoscopio di emozioni rinchiuse nel silenzio e descritte in modo toccante.

Castions di Strada sabato 05 settembre 2015 – ore 21 – Chiesetta di Santa Maria MISA DE INDIOS (Luis Rigou voce solista e flauti delle Ande, Barbara Kusa voce solista); Ensemble La Chimera (Margherita Pupulin violino, Sabina Colonna – Preti viola da gamba, Lixsania Fernandez viola da gamba e voce, María Alejandra Saturno violoncello e viola da gamba, Carolina Egüez violoncello, Leonardo Teruggi contrabbasso, Juan José Francione charango, Carlotta Pupulin arpa, Eduardo Egüez tiorba, vihuela, chitarra e direzione generale); Coro del Friuli Venezia Giulia diretto da Cristiano Dell’Oste. Nel libro Los hijos de los días, lo scrittore uruguayano Eduardo Galeano, in riferimento alla data del 12 ottobre 1492, scrive che in quel giorno gli Indios scoprirono che erano indigeni, che vivevano in America, che erano nudi, peccatori, sudditi di un re ed una regina lontani e di un dio che stava in un altro cielo, che quel dio aveva inventato la colpa e i vestiti e avrebbe ordinato di mettere al rogo chi adorava il sole, la luna, la terra e la pioggia. Partendo da questa considerazione, è possibile dire che, in quel giorno, gli Indios scoprirono anche che la musica e la cultura delle Americhe sarebbero state poi divise in pre e post colombiane. Da qui, la Misa de Indios si presenta invece come un vasto e articolato percorso attraverso la storia dell’altipiano andino e delle sue melodie – ancestrali, coloniali e moderne – in cui risalta l’immensa ricchezza del sincretismo religioso latinoamericano.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!