Musica Cortese chiude da dove era partita, Gorizia

24 Luglio 2019

GORIZIA. Tutto era partito da Gorizia e proprio nel capoluogo isontino la lunga e applaudita avventura di Musica Cortese 2019 si conclude. Almeno per questa parte d’estate, prima di un’appendice settembrina. Domani, giovedì 25 luglio, infatti, il festival internazionale di musica antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia si congeda con un concerto tutto dedicato all’Ars Nova nei repertori del Nord Italia. Dopo aver letteralmente attraversato l’intera regione, aver proposto tanti spettacoli nei luoghi più suggestivi e spesso sconosciuti, abbinando musica, arte, cultura e, talvolta, gastronomia dal sapore medievale, la rassegna organizzata da oltre 30 anni dall’associazione Dramsam chiude il cartellone di quest’anno nella sala degli Stati Generali al castello di Gorizia.

ResonArs

L’appuntamento è per le 20 con una visita guidata, “musicalizzata” dall’Ensemble Gemina, alla mostra di strumenti storici “Theatrum Instrumentorum”, l’unica esposizione permanente in regione e tra le pochissime in Italia, che offre l’opportunità di ammirare da vicino strumenti musicali appartenuti a un lontano passato, ma dal fascino senza tempo. Alle 21, invece, è in programma il concerto “Con dolce brama”. L’Ensemble Su la riviera, laboratorio degli studenti dell’Accademia d’arti antiche “Resonars” di Assisi, proporrà un repertorio musicale del XV secolo dedicato all’Ars Nova, che proprio in Italia ha lasciato un’eredità straordinaria per quanto riguarda la storia della musica occidentale. Una storia che racconta lo spaccato culturale, musicale e poetico, del secolo d’oro del Medioevo europeo, ovvero il Trecento.

Il concerto raccoglie alcuni dei brani ars novistici di provenienza Nord-italiana, una collezione di brani che ruotano intorno alla scelta compositiva dell’epoca, attraverso le monodie e le polifonie del XIV secolo come ballate, madrigali, cacce, istampitte. A proporle al pubblico, un gruppo di studenti dell’Accademia di Arti Antiche “Resonars” di Assisi, accademia musicale specializzata nel repertorio medievale e rinascimentale.

Marco Beasley

Come anticipato, anche se il calendario estivo di Musica Cortese finisce con la serata di Gorizia, altre sorprese attendono i tanti spettatori che hanno seguito fin qui le tappe del festival. Dal 19 al 22, settembre, infatti, è già in programma una masterclass internazionale tenuta da Marco Beasley, attore, tenore e musicologo tra i più apprezzati in Italia. E dal sapore internazionale è anche la location, Villa Vipolze a Goriška Brda (Slovenia) scelta per l’occasione in stretta sinergia tra il Comune di Gorizia e quello di Nova Gorica in vista della candidatura di Nova Gorica come capitale europea della cultura 2025.

Come per tutti gli altri eventi di Musica Cortese, i concerti sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibil. Per info: dramsamcgma@gmail.com o al 3381882364.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!