Musica alla Galleria Pizzinato

7 Agosto 2014

PORDENONE. Giovedì 7 agosto alle 18, Il Teatro in casa, anzi in giardino, a cura della Scuola Sperimentale dell’Attore per l’Estate in Città di Pordenone va a casa Pegolo, in via Arcieri di Monferrato. Ad andare in scena sarà Money, il navigato quanto sempreverde spettacolo di Andrea Chiappori e Daniele Chiarotto (rispettivamente di EtaBeta Teatro di Pordenone e della compagnia La Gazza Ladra di Portogruaro); uno spettacolo firmato da una regia illustre del Teatro Comico italiano, il bergamasco Fabio Comana.

MoneyMoney sperimenterà per l’occasione la possibilità di un teatro urbano “di passaggio”, o meglio da “luoghi di passaggio”: un teatro incorniciato da null’altro che dalla propria struttura logica e formale, che il pubblico può seguire tutto o in parte, gustandosi anche il piacere di ritagliare l’evento dallo sfondo o dagli sfondi dell’ambiente. Protagonisti sono due vecchi compagni di scuola, cui il casuale incontro dopo 30 anni darà modo di fare un bilancio della vita passata. Alle prese con problemi di lavoro e dunque economici uniranno le forze, trovando il piacere di stare insieme sul filo di una follia inconsapevole e clownesca: sicuramente non diventeranno ricchi ma non smetteranno mai di cercare un modo per essere felici. Così, in tempo di esodati e cassaintegrati, la visione comica di un dramma ormai quotidiano diviene un modo per ripensare un futuro sognando in “rete” anche tra amici. Un racconto di ironica denuncia e ricco di speranza.

Ingresso libero, con aperitivo collettivo autoprodotto (si chiede a tutti di portare qualcosa da casa). In caso di pioggia, lo spettacolo si terrà nell’oratorio della parrocchia dell’Immacolata.

Lorena Favot

Lorena Favot

Nella programmazione dell’Estate in Città, arriva Parco in musica, nuovo ciclo di concerti che si terranno sulla terrazza della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea A. Pizzinato, con vista sul laghetto e giardino delle rose. Ad esibirsi nei 3 concerti, articolati in un percorso tematico dal jazz, al tango argentino al Flamenco, saranno musicisti attivi a livello locale e non solo con organici differenti per stili e linguaggi musicali. A dare il via giovedì 7 agosto sarà il gruppo Jazz Reunion, con Lorena Favot alla voce, Massimo De Mattia ai flauti, Bruno Cesselli al pianoforte, Romano Todesco al contrabbasso ed Ermes Ghirardini alla batteria. Musicisti noti e apprezzati, provenienti da percorsi artistici e musicali diversi, si riuniscono ora quasi per gioco a formare un quintetto d’eccezione, con l’intenzione di convogliare i propri background artistici in un repertorio interamente dedicato al jazz. Un repertorio che permetterà di valorizzare le poliedriche e sfaccettate personalità dei singoli musicisti, con una proposta che va da Monk a Devis, da Porter a Jobim. Jazz Reunion è una splendida occasione per ascoltare in città indiscusse figure centrali del jazz pordenonese e friulano. Dalle 19.30, l’Associazione Cem, curatrice dell’evento, offrirà aperitivo e stuzzichini, mentre la Galleria d’arte moderna e contemporanea rimarrà aperta per tutta la sera (fino alle 23), per dare la possibilità di visitare la bella mostra di Angiolo D’Andrea, che incanta con i suoi colori e le atmosfere poetiche, con ingresso per l’occasione gratuito. Parco in Musica continuerà il 14 agosto con Piazzolando Trio, per concludersi il 21 con Flamenco Sketches. Ingresso libero.

sentieri interrEstate in città si apre alle sperimentazioni teatrali, alle 21 nel Convento di San Francesco con Sentieri Interrotti, proposta dell’Associazione Culturale “99mq”, laboratorio teatrale emergente di Pordenone, di cui potrà assaporare lo stile grazie alla tipologia dei frammenti teatrali che verranno presentati, e anche al modo in cui verranno fruiti dal pubblico. Lo spettacolo, della durata di mezz’ora, verrà ripetuto più volte nell’arco della serata e replica dopo replica non sarà mai lo stesso. Venti frammenti, tra monologhi dedicati alle figure del mito rilette da Marguerite Yourcenar e creature grottesche che comunicano attraverso azioni simboliche. Lo spazio teatrale sarà arricchito da alcune meravigliose sculture di Marcello Mascherini, facenti parte del ciclo dei “Fiori”, produzione ultima e testamento esistenziale dello scultore triestino, generosamente prestate per l’occasione dalla famiglia dell’artista. Gli spettatori che vorranno immergersi nei “Sentieri Interrotti” potranno incontrare un angelo colto nella sua intimità, un Kairos in equilibrio su una moneta, un narciso naufrago che ha smarrito la sua immagine, e poi Clitennestra, Cronos, Maria Maddalena, e numerosi altri frammenti creati dagli allievi nei laboratori teatrali 99mq condotti da Viviana Piccolo e Francescopaolo Isidoro. A concludere la serata un banchetto teatrale condiviso con gli spettatori. Ingresso gratuito.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!