Microrobot e biologia

18 Giugno 2014

UDINE. Proseguono gli incontri divulgativi al Cism di Udine, il Centro internazionale di scienze meccaniche che ha relazioni con i principali centri scientifici e università del mondo e che ogni anno porta a Udine oltre 600 fra ricercatori e scienziati provenienti da tutti i paesi del pianeta. Dopo il successo ottenuto dal prof. Davide Bigoni dell’Università di Trento che il 4 giugno ha parlato delle “strutture soffici, resistenti e ultraresistenti, un nuovo appuntamento per cittadini e professionisti interessati all’evoluzione delle più recenti applicazioni tecnico-scientifiche si svolgerà nella sede del Centro di palazzo del Torso, in Piazza Garibaldi 18, mercoledì 18 giugno, alle 18.45. Relatore sarà il prof. Antonio De Simone della Sissa, Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati- Trieste, che terrà la conferenza scientifica “Microrobot in movimento: Si può imparare dalla biologia?”. La conferenza è a carattere divulgativo ed è aperta a tutti.

Per lo spostamento di robot microscopici, sviluppati per diverse applicazioni nei campi della tecnologia e della salute umana, non si possono utilizzare meccanismi classici correntemente applicati alla scala macroscopica dalle industrie navale, automobilistica e aeronautica. A queste scale microniche, la progettazione del ‘motore’ deve essere ispirata dalla biologia e in particolare dalla motilità dei micro-organismi. “Da anni apriamo, con spirito di servizio verso la cittadinanza tutta, le nostre conferenze scientifiche a tutti coloro i quali ne sono interessati e stanno riscuotendo un interesse crescente”, spiega il prof. Alfredo Soldati vice segretario generale del Cism (segretario generale è il prof. Bernardo Schrefler).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!