Lungo il Piave, nel ricordo

25 Marzo 2014
Cima Grappa

Cima Grappa

GORIZIA. La Grande Guerra occupa ancora uno spazio molto importante nella memoria collettiva, per molte ragioni, tra cui la presenza – nei territori dove è stata combattuta e vissuta – d’innumerevoli tracce e monumenti a essa legati. Sono queste tracce a ricordarci come un centinaio d’anni fa questo tragico conflitto fu combattuto proprio dentro casa nostra, nel Triveneto, terra di confine e proprio per questo teatro d’innumerevoli battaglie. Le esigenze militari dell’epoca, infatti, portarono a una profonda trasformazione del paesaggio, che permane tuttora, a testimonianza viva e incancellabile di quanto accaduto un secolo fa. Parte del progetto Carso 2014+, promosso dalla Provincia di Gorizia, èStoriabus sta proponendo, in questa sua settima edizione, un totale di dieci percorsi storico-culturali attraverso i luoghi della Prima Guerra Mondiale, per ricordarne, cent’anni dopo, battaglie e accadimenti che segnarono indelebilmente la nostra memoria collettiva. Gli itinerari sono organizzati dall’associazione èStoria, in collaborazione con la Provincia di Gorizia e con il partenariato tecnico di APT Gorizia, promossi e sostenuti dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dalla Camera di Commercio di Gorizia e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Cima Grappa

Cima Grappa

Il Piave e i suoi sacrari saranno la meta, sabato 29 marzo, del terzo itinerario 2014 di èStoriabus. Si seguirà il corso del fiume Piave, con una prima tappa a Cima Grappa, per visitare il famoso ossario “Nave del Grappa”. La visita proseguirà a Nervesa della Battaglia, per concludersi a Fagarè della Battaglia, luoghi di commemorazione degli eventi bellici e di riposo dei caduti che qui combatterono. In caso di maltempo e nell’impossibilità di raggiungere le mete programmate, si visiterà il Museo della Grande Guerra di Fontigo, sede espositiva di numerosi reperti bellici e di oggetti d’uso quotidiano, nonché luogo di approfondimento storico della Battaglia finale sul Piave. Commento storico di Alberto Vidon. Partenza alle 8.30 dal piazzale della stazione dei treni di Gorizia. Informazioni presso èStoria: eventi@leg.it, 0481.539 210.

Condividi questo articolo!