L’onorevole, amara profezia

30 Gennaio 2016

TOLMEZZO. Tre appuntamenti con due maestri della scena italiana: Enzo Vetrano e Stefano Randisi. Gli autori, attori e registi siciliani saranno impegnati nella messinscena de L’onorevole, testo scritto nel 1965 dal loro conterraneo Leonardo Sciascia. La pièce sarà ospite del circuito ERT lunedì 1° febbraio al Teatro Luigi Candoni di Tolmezzo, martedì 2 febbraio al Teatro Monsignor Lavaroni di Artegna e mercoledì 3 febbraio al Teatro Odeon di Latisana. Tutte le serate avranno inizio alle 20.45.

onorevole-vetrano-randisi3L’onorevole è un testo che racconta con intrigante ironia come l’ascesa politica di un onesto professore di lettere possa diventare un’ineluttabile ma pacifica, perfino brillante, caduta morale. Il professor Frangipane, pur nella modestia in cui vive, è felice di rappresentare per i suoi figli e i suoi allievi un modello di correttezza e idealità basato sulla cultura e sul rispetto. La moglie Assunta lo ama e lo ammira. Una sera d’estate del 1947 il professore riceve una visita inattesa, e con essa l’offerta di una candidatura come deputato alle imminenti elezioni politiche. Frangipane si schermisce ma poi accetta. Il secondo e terzo atto della commedia seguono la sua carriera politica inarrestabile, che lo porta a conquistare un potere sempre più autorevole, a muoversi tra agi e lusso, ma anche a scendere a compromessi sempre più miseri e a stringere loschi accordi con personaggi malavitosi. Contemporaneamente la signora Assunta comincia ad appropriarsi dell’identità che il marito va perdendo, e lo fa attraverso un’immersione nell’idealismo, nel senso di giustizia e nella sete di cultura di Don Chisciotte, lettura prediletta del marito quando era ancora professore. Questo comportamento viene vissuto da tutta la sua famiglia, che nel frattempo si è perfettamente adeguata alla condizione di benessere borghese, prima con disagio e poi con crescente preoccupazione, al punto da allontanarla da casa. Alla pièce non mancherà un finale inaspettato.

Letto oggi, questo testo che parla di connivenze tra politica, affari, alti prelati e criminalità organizzata, di favori e corruzioni, di furbizie e tradimenti, assume il carattere di un’amara profezia, anche per l’avvertenza che l’Autore fa nella premessa: L’onorevole Frangipane – dice Sciascia – è democristiano, e la sua circoscrizione è quella della Sicilia occidentale (…) ma potrebbe anche essere di altro partito, di più o meno lunga esperienza governativa, e il suo collegio elettorale quello di un’altra regione italiana.

Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it e chiamando l’Ufficio Cultura di Tolmezzo (0433 487961), l’Associazione Amici del Teatro (0432 977105) e il CIT Latisana (0431 59288).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!