Un libro su Casa Zanussi e quindi su mezzo secolo di vita pordenonese

20 Novembre 2015

500PORDENONE. Sarà il libro nel quale può specchiarsi la città: nel volume che festeggia i 50 anni di Casa Zanussi, attraverso testi, saggi e immagini scorrono 50 anni di storia di Pordenone: dalla straordinaria svolta di metà anni Sessanta, con il riconoscimento della città a capoluogo di provincia e la conquista di una nuova identità autonoma, fino alle iniziative dei nostri giorni. “Storia di persone e storia di idee. 50 anni di Casa Zanussi a Pordenone” è in uscita sabato 21 novembre per le Edizioni Concordia 7, ed è firmato a quattro mani da Luciano Padovese e Giuseppe Ragogna, che hanno realizzato i saggi portanti, affiancati da contributi di Gianfranco Favaro, Lionello D’Agostini, Maria Francesca Vassallo, Laura Zuzzi, Giancarlo Pauletto e Carlo Sartor. La presentazione del volume è in programma sabato prossimo, alle 17 nell’Auditorium del Centro Culturale Casa Zanussi, alla presenza degli autori con il sindaco Claudio Pedrotti, il vice presidente della Regione FVG Sergio Bolzonello, il vescovo di Concordia-Pordenone Mons. Giuseppe Pellegrini, il presidente del Centro culturale Casa Zanussi Gianfranco Favaro, il presidente della Fondazione CRUP Lionello D’Agostini. Collaboratori vecchi e nuovi sono tutti invitati insieme al pubblico che vorrà liberamente partecipare. Seguirà anche un momento di festa conviviale nella Sala Mensa della Casa. (gradita la conferma 0434 365387 info@centroculturapordenone.it)

Ezra Pund a Casa Zanussi

Ezra Pund a Casa Zanussi

Al centro del saggio di Giuseppe Ragogna intitolato “Quei formidabili Anni Sessanta”, motore delle riflessioni storiche ma anche del racconto intorno a Casa Zanussi, sono le personalità pionieristiche dei grandi capitani d’industria Lino Zanussi e Luciano Savio, indimenticabili per la loro capacità innovativa e di prefigurazione, e la figura del vescovo Vittorio De Zanche. Sullo sfondo della Pordenone anni Sessanta tre personaggi diversi per ruolo e individualità hanno intrecciato la loro strada con la grande trasformazione della città e del territorio, contribuendo in modo determinante alle trasformazioni socio-economico-culturali dell’epoca e alla definizione dei nuovi obiettivi di orientamento civico. L’avvio della Casa dello Studente Antonio Zanussi risalta come un simbolo di quell’impegno e delle energie conferite al progetto. Da allora, Casa Zanussi è diventata riferimento centrale per Pordenone e il territoro.

Un ampio saggio di Luciano Padovese “Casa Zanussi da allora a ora. Quasi un diario” parte dalle motivazioni fondanti e ripercorre le attività da allora realizzate su numerosissimi versanti. Quattro ulteriori testimonianze completano il volume: “Una storia di relazioni”, di Maria Francesca Vassallo; “Voglia di più Europa ora e allora”, di Laura Zuzzi; “Solo per ringraziare. Cinquant’anni di Galleria Sagittaria”, di Giancarlo Pauletto; “L’incontro creativo incontro con una famiglia di tipografi”, di Carlo Sartor. Ed è parte integrante del volume “Cinquanta Anni di racconto fotografico”, a cura di Laura Zuzzi, con moltissime foto dall’Archivio della Casa, in cui scorrono personaggi importanti, insieme a vecchi e nuovi collaboratori e frequentanti di ogni età.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!