Lello Arena nell’Avaro di Molière lunedì a Sacile

8 Gennaio 2016

SACILE. Lello Arena sarà ospite del circuito ERT per un’unica replica dell’Avaro di Molière. L’attore napoletano, diretto sul palco da Claudio Di Palma, sarà in scena lunedì 11 gennaio, alle 21 al Teatro Zancanaro di Sacile. Con lui, sul palco, saliranno anche Fabrizio Bordignon, Enzo Mirone, Rossella Pugliese, Antonella Romano, Maria Sperandeo.

L'avaro - scenaCiò che rende sempre attuale L’Avaro, andato in scena la prima volta nel 1668, è senza dubbio la descrizione di un mondo intimamente corrotto che si articola intorno al vizio capitale dell’avarizia. Un mondo che Molière anima di complotti, ipocrisie, opportunismi, raggiri e che abita di fingitori, spreconi, faccendieri, mediatrici di fronte ai quali l’avaro Arpagone si erge quasi come figura consapevole, pervasa in fondo da una profonda onestà intellettuale. È un posseduto dal denaro, accumula ma non usa, diffida, sospetta, accusa, impone, capitola e subdolamente si riabilita; la sua insana fragilità lo destina al drammatico succedersi di buffo e tragico. Nella messinscena di Di Palma i personaggi sembrano addirittura attraversare le epoche (come se la tela si aprisse nel Seicento e calasse sul Duemila) in una successione di stili che si snoda nell’immutabilità della trama originaria. Intorno, un perimetro di teche che custodiscono una nutrita collezione di sedie di epoche diverse in cui è possibile leggere il segno del potere ma anche quello dell’assestamento e, conseguentemente, della pigrizia.

Napoletano, classe 1953, Lello Arena fa il suo esordio professionale, con Massimo Troisi ed Enzo Decaro, come attore ed autore di un gruppo teatrale che si chiamerà La Smorfia. Collabora assiduamente con alcuni dei protagonisti della televisione italiana come Pippo Baudo, Raffaella Carrà e Renzo Arbore. A teatro, conclusa l’esperienza della Smorfia, spazia tra diversi generi: dalla commedia musicale diretto da Pietro Garinei, ai testi classici come Brecht e Molière, fino ad arrivare ai più apprezzati autori contemporanei come Vincenzo Cerami e Ruggero Cappuccio. Chiamato al Teatro Stabile di Genova da Ivo Chiesa, condivide la scena con attori come Eros Pagni e Luca De Filippo. Per la regia di Claudio Di Palma recita Molière e sotto la direzione di Luca De Fusco interpreta Goldoni come protagonista di alcuni allestimenti del Teatro Stabile del Veneto.

Con Nicola Piovani e Vincenzo Cerami è fondatore e direttore artistico della Compagnia della Luna. Sul grande schermo accompagna l’esordio cinematografico di Massimo Troisi nei suoi primi tre film e successivamente lavora con registi come i fratelli Paolo e Vittorio Taviani e Mario Monicelli, incontrando attori del calibro di Ugo Tognazzi e Alberto Sordi. Oggi vive lavora a Roma, facendo l’attore, il regista cinematografico e teatrale, il conduttore televisivo, lo sceneggiatore per il cinema e per i fumetti, l’autore di testi per il teatro e la televisione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!