Le ultime scoperte sull’Uomo di Neanderthal in Friuli

1 Luglio 2015

neaUDINE. L’ultimo Neanderthal in Friuli è il titolo di un ciclo di conferenze, nell’ambito dell’omonimo progetto dell’équipe dell’Università degli Studi di Ferrara che sta scavando, sotto la direzione del Prof. Marco Peresani e del Dott. Matteo Romandini, dal 2010 nella Grotta del Rio Secco (Altopiano di Pradis, Prealpi Carniche, Pordenone), uno dei rari siti del Paleolitico Medio italiano ed europeo ad aver restituito tracce certe dell’uccisione e del consumo dell’orso da parte dell’uomo di Neanderthal. L’altopiano di Pradis si sta rivelando sempre più ricco di sorprese e i risultati che ha dato fino a questo momento sull’ultima frequentazione neanderthaliana sono di livello internazionale. E’ un sito che merita di essere promosso e ricevere la massima visibilità possibile in quanto fiore all’occhiello per tutto il Friuli.

Gli incontri sono stati organizzati in collaborazione con l’Associazione Culturale Pradis di Clauzetto e l’Università degli Studi di Ferrara e rientra nel Programma di Archeologia Didattica, patrocinato dal Comune di Clauzetto, Associazione Culturale Pradis e Museo della Grotta, Ecomuseo Lis Aganis, Istituito Regionale per il Patrocinio Culturale, e con il patrocinio della Sovrintendenza dei Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia.

Venerdì 3 luglio, alle 17,30, a Udine, Torre di Porta Villalta, via Micesio 2 (sede della Società friulana di archeologia), conferenza del dott. Gregorio Oxilia (Università di Firenze e Università di Ferrara), dal titolo “Evoluzione nutrizionale… il primo vero EXPO dei primati umani. Alcune evidenze locali nella Valle della Preistoria di Pradis”. Il relatore tratterà di EVOLUZIONE dal punto di vista della selezione naturale, NUTRIZIONALE attraverso la variazione alimentare nella specie, NEI PRIMATI UMANI con focalizzazione sulla dieta del genere homo, portando alcune evidenze ed esempi locali.

Venerdì 10 luglio, ore 18,00, a MANIAGO, Museo dell’Arte Fabbriele delle Coltellerie (via Maestri del Lavoro, 1), “Pradis la Valle della Preistoria, Neanderthal e Sapiens, orsi e marmotte: oltre 45.000 anni di evoluzione in pochi Km.”, a cura del dott. Matteo Romandini, Università di Ferrara e Direttore del Museo della Grotta di Pradis.

Venerdì 16 luglio, ore 20,45, a CLAUZETTO, Sala Consiliare (via G. Fabricio, 10), “Evoluzione delle ricerche al laboratorio archeologico di scavo Grotta del Rio Secco – Pradis, Clauzetto”, a cura del Prof. Marco Peresani, Università di Ferrara e Dott. Matteo Romandini, Università di Ferrara e Direttore del Museo della Grotta di Pradis.

Info: Associazione Culturale Pradis, cell. 3335932336, 3335932344 – associazione.pradis@gmail.com

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!