L’arpa così antica e, ora, così moderna: conferenza

29 Ottobre 2015

UDINE. Il cartellone mensile “Concerti e Conferenze” del Conservatorio di Udine, come sempre realizzato con il sostegno di Regione e Fondazione CRUP, si concluderà nella sede del “Tomadini” dopodomani, sabato 31 ottobre alle 17, con l’ultimo appuntamento di un articolato ciclo di conferenze dedicate all’arpa nei suoi molteplici aspetti legati alla storia, all’evoluzione meccanica, al repertorio e alle attività lavorative correlate.

La conferenza di sabato prossimo, coordinata da tre ex allieve della scuola della prof. Patrizia Tassini, forti di prestigiose esperienze didattiche e professionali internazionali – Cristina Di Bernardo, Laura Pandolfo e Silvia Vicario – avrà quale tema conduttore “L’arpa nella musica moderna e contemporanea: composizioni ed effetti per uno strumento ancora da scoprire”. Da sempre associata nell’immaginario collettivo ad angeli e soavi fanciulle, a partire dal XX secolo l’arpa subisce una notevole, e ai più sconosciuta, svolta per merito di composizioni comprendenti un utilizzo non convenzionali dello strumento; da Luciano Berio a John Cage fino a più recenti creazioni, l’arpa muta radicalmente attraverso esperimenti legati all’amplificazione e a procedimenti elettronici ed informatici, divenendo in tal modo un mezzo fonico innovativo e capace di sonorità inedite e coinvolgenti.

L’incontro in Conservatorio prevederà la presentazione di arpe preparate e l’ascolto di nuove musiche grazie all’esperienza internazionale acquisita in prima persona dalle relatrici.

Condividi questo articolo!