L’architetto e il caffè

25 Agosto 2015

TRIESTE. Tra i nuovi appuntamenti – nell’ambito della mostra “Il Gusto di una Città – Trieste Capitale del Caffè” – proposti da illy, i “Coffee Talks” in programma a partire dal 26 agosto con Riccardo Blumer alle 18.30. Titolo dell’incontro di questo evento, di cui è partner anche Corraini Edizioni, è “INVENZIONE”, ovvero una performance tra scienza, tecnologia e design. Il designer smonterà, smantellerà e racconterà un oggetto legato al mondo del caffè. Un percorso dove le competenze tecniche e l’esperienza che interverranno sono alla base di un racconto in grado di coinvolgere gente del – e non solo – settore.

Riccardo BlumerCompie i suoi studi di architettura al Politecnico di Milano, dove si laurea nel 1982. Dal 1983 al 1988 lavora presso lo studio dell’architetto Mario Botta, a Lugano. Da allora svolge la sua attività di architetto e designer collaborando con aziende quali Alias, Artemide, Desalto, Poliform, Ycami, B&B e Flou e progettando interni pubblici e privati tra cui quelli del Teatro alla Scala di Milano e allestimenti per esposizioni anche alla Triennale di Milano e al Musèe du Président Jacques Chirac. Nel 1997 vince il premio “Design Preis Schweiz” e nel 1998 il “Compasso d’Oro”. Come architetto realizza edifici residenziali, terziari e industriali. Attualmente anche in questo campo come nel design si sta concentrando su questioni di tipo strutturale attraverso la minimizzazione delle parti, oltre agli insegnamenti di progettazione architettonica e design presso l’USI­ Accademia di Architettura di Mendrisio, di design presso l’IUAV­RSM di S. Marino e NABA di Milano, architettura d’interni presso l’ISAID di Vicenza, seminari e workshop. Si occupa di metodologia della ricerca indirizzata agli aspetti creativi in cui ha elaborato gli Esercizi Fisici di Design ed Architettura, che sta portando in numerose conferenze per enti pubblici e privati. Nel 2010 le sue sedie Laleggera per Alias e Entronauta per Desalto sono state inserite nella collezione permanente del MoMA di New York.

Il 27 agosto alle 21 di scena il concerto sulle note del tango e del fado dei Cirkusz-Ka con “Dream-Worldmusic from Budapest”. Vincitori di numerosi premi e ospiti presso prestigiosi festival internazionali – Spagna, Ungheria, Montenegro, Francia, Svizzera, Germania, Belgio ecc – il gruppo è composto dal duo leader Anna Szlávics and Tamás Rock, rispettivamente cantante e cantautore, proporre musiche dalle radici e origini ungheresi con influenze provenienti dalle musiche di diverse parti del mondo – fado, tango, jazz, dell’est – dal forte carattere seducente ed emozionante. Il 29, sempre alle 21, per Theater Caffè andrà in scena l’attore Omero Antonutti in “Poeti al Caffè” evento omaggio a Trieste in cui leggerà Umberto Saba, Virgilio Giotti e Carolus Cergoly accompagnato da Stefano Bembi al pianoforte. La mostra “Il Gusto di una città. Trieste capitale del caffè” rimarrà aperta ogni giorno – tranne il lunedì – dalle 10 alle 22 fino all’8 novembre. Proseguirà nei mesi successivi anche il fitto calendario di eventi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!