L’Academia Symphonica in concerto giovedì allo Zanon

8 Settembre 2015

UDINE. Sarà una formazione di soli fiati al debutto la protagonista del concerto organizzato dall’Associazione “Academia Symphonica” di Udine giovedì prossimo 10 settembre alle ore 20.30 nell’Auditorium “Zanon” di Udine. I “Fiati dell’Academia Symphonica”, diretti dal maestro PierAngelo Pelucchi, guida musicale stabile del progetto sin dalla fondazione, presenteranno un programma dedicato ad alcune gemme della musica per fiati dal Rinascimento al primo Novecento, ad iniziare dalla Suite tratta dalla raccolta Danserye di Tielman Susato, pubblicata dal compositore stesso ad Anversa nel 1551, per proseguire con il capolavoro del giovane Richard Strauss, Serenata op. 7 per 13 strumenti a fiato; il programma si concluderà con tre celebrate pagine del moderno repertorio inglese, First & Second Suite for Military Band di Gustav Holst, English Folk Song Suite e Sea Songs di Ralph Vaughan Williams.

Il concerto, programmato con il patrocinio del Comune e della Provincia di Udine in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine e la Banda Musicale di Reana del Rojale, presenta per la prima volta, diretta da PierAngelo Pelucchi, assistente alla direzione Elias Faccio, la nutrita sezione dei fiati e delle percussioni facenti parte dell’Orchestra “Academia Symphonica” di Udine, sorta nel 2007 per volontà di alcuni studenti del “Tomadini” e da quell’anno protagonista, nella sua formazione comprendente 90 elementi, di numerosi appuntamenti concertistici, organizzati all’insegna di progetti culturali altamente innovativi e tenuti in prestigiose sedi di numerosi centri del Friuli Venezia Giulia e in Valtellina, a Lecco, Sandersdorf (Baviera) e più volte a Bergamo, in contesti culturali di assoluta levatura. Nella primavera scorsa l’orchestra ha registrato per la nota etichetta “Tactus” la Suite in Sol maggiore per organo e archi di Ottorino Respighi, pagina di di rara esecuzione che, dopo la presentazione discografica udinese, verrà prossimamente proposta a Verona e Bologna.

Ingresso libero dalle ore 19.30, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!