La storia di due innamorati mentre il mondo cade a pezzi

24 Febbraio 2015

GEMONA. La stagione teatrale proposta dall’Ert a Gemona prosegue – dopo i due appuntamenti da tutto esaurito che hanno avuto per protagonisti Antonio Albanese e lo strano trio Claudio Moretti, Andrea Bove e Enzo Limardi – con un autore che raramente manca nei cartelloni italiani: Carlo Goldoni. Venerdì 27 febbraio alle ore 21 il Teatro Sociale ospiterà la messinscena de Gl’Innamorati firmata da Marco Lorenzi.

Gl'Innamorati_immagini (16)Nel giovane cast composto da Lorenzo Bartolini, Fabio Bisogni, Barbara Mazzi, Maddalena Monti, Raffaele Musella spicca la figura “paterna” di Nello Mascia, grande interprete del teatro partenopeo e artista che ha lavorato con i principali registi italiani sia a teatro – De Filippo, Scaparro, Strehler – sia sul grande schermo – Scola, Sorrentino, Martone-. Le musiche originali dello spettacolo sono di Davide Arneodo dei Marlene Kuntz. Lo spettacolo tornerà nel circuito Ert per tre date in marzo: giovedì 12 a Maniago, venerdì 13 a Casarsa e sabato 14 a Latisana.

La storia de Gl’Innamorati – scritta da Goldoni nel 1769 – si svolge per intero in un luogo solo, chiuso, un po’ claustrofobico e un po’ decadente che l’autore chiama la stanza commune di una casa piuttosto strana. Lo sguardo di Goldoni entra in questa casa con tenerezza e umanità e regala un affresco stupendo di una società in piena crisi economica e di valori. Nessuno dei personaggi sembra accorgersi del baratro verso il quale il mondo al di fuori di quella stanza commune sta correndo. In tutto questo, l’amore tormentato e immaturo di Eugenia e Fulgenzio rappresenta la speranza, la vitalità e la possibilità che, nonostante tutto, un futuro sia possibile. Proprio per questo motivo, l’allestimento di Marco Lorenzi mette al centro non solo i due innamorati, ma anche lo spazio dove dovranno lottare (soprattutto contro se stessi) per costruire il loro futuro.

Maggiori informazioni chiamando l’Ufficio IAT di Gemona (0432 981441), info anche al sito www.ertfvg.it .

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!