La Stella dell’Arlecchino Errante a Danio Manfredini

11 Settembre 2015

premiazione da sx merisi manfredini contin arlecchinoPORDENONE. Doppio appuntamento dedicato al fantastico il 12 e 13 settembre per il festival de L’Arlecchino Errante, che quest’anno tra Pordenone e dintorni indaga il rapporto tra teatro e musica. Il festival è reduce dall’emozionante premiazione a uno dei grandi del teatro italiano contemporaneo, Danio Manfredini, al quale Ferruccio Merisi e Claudia Contin Arlecchino della Scuola sperimentale dell’Attore hanno consegnato la “Stella dell’Arlecchino Errante”. Il maestro si è raccontato al pubblico, ripercorrendo la propria carriera e concludendo che, seppur in un quadro in cui dominano sempre più le produzioni commerciali, continuerà a fare il suo teatro, con studio attento dei personaggi e prove intense, perché quando respira all’unisono con il pubblico, dentro alle stesse emozioni, sa di poter condividere con esso il viaggio della vita.

musicanti bremaSabato 12 settembre alle 19 spettacolo per bambini e famiglie, selezionato insieme a Ortoteatro: Florian teatro stabile di Innovazione porterà nel chiostro dell’ex convento di San Francesco la storia dei Musicanti di Brema. Paolo Capodacqua, con la regia e narrazione di Mario Fracassi, racconterà in musica la celebre favola dei fratelli Grimm. La solitudine, l’amicizia, la speranza, la solidarietà sono i valori alla base di questo viaggio rocambolesco e ricco di colpi di scena, un viaggio immaginario che è anche viaggio interiore (per esigenze tecniche lo spettacolo sostituisce quello precedentemente previsto e dedicato alla storia dell’Arca di Noè).

La Gegia e PulcinellaDomenica 13 settembre si salirà invece a Frisanco in Valcolvera, per lo spettacolo inserito nel progetto luoghi di cultura viva insieme alla rassegna culturale Musae della Provincia di Pordenone. Alle 21 nel Circolo operaio andrà in scena “Le storie di Pulcinella e della Gegia”, trasposizione delle favole contenute nella raccolta “Lu Cunto de li Cunti” di Giambattista Basile (XVII secolo), di recente portata al cinema dal regista Matteo Garrone con il suo film “Il racconto dei racconti”, presentato anche al festival di Cannes. Sul palco Lucia Zaghet e Giulia Colussi della Compagnia Hellequin (regia e testi di cornice di Ferruccio Merisi) daranno vita a oltre trenta personaggi, tra i quali i protagonisti Pulcinella e la sua fidanzata Gegia, in un crescendo di suoni e di ritmi e in un susseguirsi elegante di movenze e piroette. Prima dello spettacolo ci sarà il benvenuto musicale del Gruppo Echi di Terre.

Condividi questo articolo!