La Shoah dei bambini: una mostra allo Stringher

25 Gennaio 2016

UDINE. Da 16 anni il “laboratorio di Storia” dell’ISIS Stringher il 27 gennaio organizza attività di approfondimento e di riflessione sulla Shoah. In occasione della Giornata della Memoria quest’anno verrà allestita l’esposizione “La Shoah dei bambini. Arte e memoria” a suo tempo realizzata dall’ISFML e che aveva all’interno del Comitato scientifico e organizzatore la compianta professoressa Isabella Deganis. L’esposizione sarà collocata all’interno della sede centrale e sarà visitabile durante tutte le mattinate fino al 15 febbraio.

La Dirigente dell’Istituto Anna Maria Zilli ha sottolineato “il valore della mostra che ricorda le tragedie compiute non solo a Terezin dalla follia nazista e il dovere del ricordo. I nostri studenti e tutti i visitatori avranno l’opportunità di vedere per la prima volta dopo tanti anni questo lavoro che vide coinvolta anche Isabella Deganis, docente dell’Istituto che conoscevo e apprezzavo per la sensibilità verso tematiche così importanti. Non è per caso se lo Stringher dedica una borsa di studio con il suo nome per allievi che elaborano tesine per l’esame al cui interno si coniugano il rigore professionale con l’amore per l’arte e passione per la storia”.

Il programma della Giornata della Memoria prevede per la prima volta produzioni completamente realizzate da studenti delle classi quinte dei vari indirizzi dell’Istituto. Tra loro ci sarà una analisi curata da Michelle D’Odorico, Erica Bertolissi, Giulia Pilosio e Angela Zentilin della classe 5 A Tecnico del Turismo sul campo di concentramento di Rawensburg, l’unico in cui vennero rinchiuse solo donne. Il lavoro rientra nel percorso di ampliamento dell’offerta formativa del 2016 “Storie di Donne”, tema centrale del progetto sostenuto dalla Fondazione CRUP. Quindi ci sarà un gruppo di allievi della 5 A Accompagnamento Turistico che proporrà il video realizzato per il concorso nazionale “I giovani e la Shoah. Dalle leggi razziali al Processo di Norimberga”. A seguire una riflessione di Marisa Braides della 5 A Commerciale dal titolo “Il cuore di Terezin”, prodotto dopo la visita d’istruzione che gli allievi hanno compiuto a novembre.

A concludere i contributi degli studenti ci sarà “La fine dell’inizio”, un breve cortometraggio realizzato da Collura Matteo, Pittioni Giulio, Sforza Eleonora, Shaurli Debora e Cesco Lucrezia della classe 5 F Ristorazione. L’incontro del 27 gennaio terminerà con Angelica Secco che canterà “Male you feeling my love” accompagnata alla chitarra da Loris Venier della 4 B Sala Bar.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!