La Rai “taglia” l’informazione regionale

28 Settembre 2011

L’Assostampa Fvg è al fianco dei colleghi della sede Rai regionale, impegnati con l’Usigrai a contrastare il comportamento del direttore della testata giornalistica regionale, che ha modificato il proprio piano editoriale “in corsa” prevedendo la cancellazione della terza edizione del Tg regionale, dando vita a una nuova trasmissione sul canale Rai News 24. Si tratta di una scelta che riduce e devasta l’informazione regionale, punendo gli utenti, snaturando al tempo stesso Rai News 24 e attaccandone l’autonomia editoriale.

La decisione dell’azienda di mantenere “temporaneamente” la terza edizione, evidentemente assunta di fronte al levarsi delle proteste, non è una risposta soddisfacente. Il sindacato dei giornalisti solidarizza con la decisione dell’Usigrai di invitare i colleghi delle redazioni regionali a ritirare le proprie firme dai servizi quale prima forma di protesta in vista dello sciopero vero e proprio. E’ sempre più evidente come in Rai vi siano vertici aziendali del tutto inadeguati che sembrano impegnati soprattutto a depotenziare l’azienda del servizio pubblico radiotelevisivo, favorendo la concorrenza privata. Quanto sta accadendo è l’ultimo di una lunga serie di episodi di ridimensionamento della capacità produttiva e di tenuta del servizio pubblico sul mercato radiotelevisivo. La Rai è un bene culturale ed industriale del Paese. Va difesa. Come ha chiesto il segretario dell’Usigrai, Carlo Verna, è necessario che le istituzioni di garanzia si facciano sentire e valere.

Ma ecco il comunicato diffuso dal Cdr Rai Fvg: ” Il Comitato di Redazione della Sede Rai Fvg respinge con fermezza l’intenzione dell’Azienda di cancellare la terza edizione del telegiornale regionale per sostituirla con uno spazio informativo sul canale Rainews. Simile decisione risulta inaccettabile nei modi e nei tempi in cui è stata determinata. Nei modi, senza nessun confronto sindacale e con una scelta neanche lontanamente prevista dallo stringato piano editoriale presentato nel 2009 dalla direzione di testata. Nei tempi, in quanto il canale Rainews non copre per intero il territorio nazionale creando così un grave disservizio ai telespettatori delle aree non ancora raggiunte dal segnale. Riteniamo che i trenta minuti di “Italia Sera”, che prenderebbero il posto della terza edizione del Telegiornale regionale, siano un progetto che non risponde all’esigenza di potenziare l’informazione su territorio e anzi sia insufficiente a garantirne la completezza. Si tratta infatti di un contenitore nazionale dove la presenza delle singole regioni risulterebbe saltuaria e con una durata di pochi decine di secondi. Il CdR Rai Fvg fa proprie le preoccupazioni dei colleghi di tutte le altre sedi regionali e conferma la piena adesione alle iniziative di sciopero previste dal documento uscito dall’Assemblea Nazionale dei Comitati di Redazione. Chiede infine che alla luce di tale iniziativa della Testata venga sottoposto all’esame delle redazioni un nuovo piano editoriale della TgR”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!