La prima volta di Elsa

23 Giugno 2012

TAVAGNACCO. Appuntamento domenica 24 giugno al centro civico di Tavagnacco, con inizio alle ore 21 per festeggiare la notte più corta e magica dell’anno all’insegna della migliore tradizione friulana (passata e presente). La terza edizione della “Gnot di Sant Zuan” organizzata dal Comune di Tavagnacco, Sportel pe Lenghe Furlane, che gode del patrocinio della Provincia di Udine, e vede la collaborazione di Radio Onde Furlane, e l’associazione di Udine Pioniirs avrà per protagonista la cantautrice Elsa Martin che in uno spettacolo di musica, immagini e narrazione presenterà la sua opera prima , il cd vERsO.

I 13 brani del cd, sei della tradizione, sei originali e una cover come ghost track, si trasformano in spettacolo “multiarte”, dall’omonimo titolo vERsO, progettato assieme al chitarrista, compositore e arrangiatore Marco Bianchi, e rappresentato con l’intervento di diversi artisti, come Lucia Clonfero al violino, Luigi Vitale al vibrafono, Marco Privato al contrabbasso ed Emanuel Donadelli alla batteria. Musica e immagini che si alterneranno a momenti teatrali, grazie alla voce narrante dell’attore Alessandro Mistichelli. Dei sei brani della tradizione presenti nel cd vERsO, tre sono riletti e interpretati da Elsa Martin in base a un’attenta considerazione sulla loro origine ed evoluzione. Gli altri tre vengono cantati da un trio femminile di canto spontaneo, il Trio vocale di Givigliana. I sei brani originali in friulano ed italiano invece, sono stati composti da Elsa Martin, assieme a Stefano Montello (testi) e Marco Bianchi (arrangiamenti). Vi è infine una cover, la Ninna Nanna di Bruno Lauzi, omaggio al grande cantautore italiano.

Tradizione e innovazione convivono e dialogano: la prima diviene punto di partenza, radici profonde, materiale ricco a cui tornare con sguardo e orecchi attenti, poiché solo la propria lingua d’origine è in grado di tradurre certi sentimenti e stati d’animo profondi. La seconda rappresenta il verso, la direzione da intraprendere, facendo tesoro di ciò che siamo stati: ecco il perchè del titolo “vERsO”, termine che racchiude il verbo “ero”, chiaro riferimento al passato, ma che nel complesso significa direzione, orientamento, tensione. Le tracce del cd “vERsO”, sono state prodotte da Alberto Roveroni ed Effettonote di Milano e registrate all’Effettonote (MI), Chelalè (UD) e Qrecording studio (MI). In esse passato e presente rivivono e convivono, generazioni musicali differenti si sorridono e la storia continua. Si racconta ciò che si era, ciò che si è, ciò che si vorrebbe diventare: tensione vibrante, vERsO.

Elsa Martin, cantante e autrice, educatrice professionale e musicoterapista, studia jazz al conservatorio di Klagenfurt (Austria) e al biennio specialistico di musica jazz ad Adria (Ro), sotto la guida di docenti quali Diana Torto, Fabio Petretti, Fabio Zeppetella, Luca Bragalini. Nel 2005‐ 2006 è stata allieva di Iat Gong (Istituto per le arti tradizionali), la scuola biennale di arti tradizionali con sede a Genova. Dal 2003 al 2008 è stata corista e solista nel FVG Gospel Choir. È impegnata inoltre nella ricerca del patrimonio musicale etnico del Friuli, che la vede coinvolta in progetti musicali di ripresa e reinterpretazione del repertorio friulano dall’antichità, oltre che nella scrittura di brani originali. Oltre all’attività compositiva, Elsa canta in diverse formazioni musicali jazz, proponendo classici della tradizione americana e riarrangiamenti in chiave jazz del patrimonio musicale della canzone italiana dagli anni ‘30. Nel 2006 ha partecipato al Festival internazionale jazz delle Canarie, come ospite della cantante brasiliana Rosa Passos. Ha partecipato a workshop di canto condotti da Cheryl Porter, David Massey, Bob Singelton, Norma Winstone, Roberta Gambarini, Judy Niemack, Bob Stoloff, Lucilla Galeazzi; a numerosi festival e concorsi musicali (premio “Bianca D’Aponte” 2008, “Tra Musica e Parole” 2009, Premi Friul 2008, “Suona la poesia 2010”), a laboratori di teatro (“Mitico!” sotto la guida di Rita Maffei). Ha composto musiche per spettacoli teatrali diretti dall’attore‐regista Alessandro Mistichelli (“Secab, societât eletriche”, “Life‐c’è sempre una possibiità”). È musicista rappresentante il Friuli Venezia Giulia nel progetto “Porta parola ‐ ambasciatori in musica”, ideato dal giornalista Sandro Petrone. Per questo progetto è stata ospite nel 2009 del Ministero dei Beni Culturali, nel Convegno dedicato alla Diversità Culturale e ha tenuto concerti all’estero durante la settimana della lingua italiana (2010). È stata ospite nel giugno 2009 della trasmissione Rai.it (Rai2). Il brano Dentrifûr è stato inserito nel cd ufficiale del MEI 2009. Le è stato assegnato il Premio Donna 2010, riconoscimento conferitole dall’ Associazione Fidapa, movimento di opinione con l’obiettivo di promuovere la donna in tutta la sua complessità. Dal 2008 svolge il ruolo di insegnante di Canto moderno e jazz alla scuola di musica “Città di Codroipo”. Dal 2010 tiene laboratori di vocalità all’ “Accademia Sperimentale di teatro della Carnia”. Dal 2012 svolge l’attività di Musicoterapia nella scuola di musica Music‐Art a Udine. Ha partecipato come cantante solista nello spettacolo diretto da Valter Sivilotti “La cultura in una stretta di mano” in occasione del festeggiamento del trentesimo anno del Kulturni Dom (Gorizia) dedicato alla multiculturalità della regione Friuli Venezia Giulia. È protagonista dello spettacolo “Note di un inviato” del giornalista Sandro Petrone, di cui è in corso un tour di presentazione sul territorio nazionale.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!