La poetica di Franca Morandi

18 Febbraio 2015

UDINE. Sabato 21 febbraio alle 11.30, nel salone della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia ad Udine – ingresso da via Del Monte 1 – si terrà l’inaugurazione del quinto appuntamento di “Artisti Contemporanei a Palazzo – Molte Forme”: fino al 7 marzo sarà possibile visionare un’ampia selezione delle opere più sperimentali della pittrice udinese Franca Morandi.

Franca Morandi - fotoritrattoInsegnante appassionata, artista complessa e dotata di una profonda cultura che alimenta continuamente grazie ai suoi vasti interessi, dopo i lontani inizi figurativi che risalgono ai soggiorni in Inghilterra e in Malesia approda ad un contatto diretto con l’arte contemporanea grazie all’esperienza acquisita alla Scuola Libera del Nudo e all’Accademia di Belle Arti di Venezia: nella sua tesi sul movimento “Art in Nature” è presente quella sensibilità, quell’attenzione verso il mondo della natura che si è poi estrinsecato nelle installazioni nei boschi come celebrazione della vita che, nonostante il degrado dell’ambiente, sempre rinasce.

IntersezioniE’ attraverso un “doppio canale” che Franca Morandi comunica la sua poetica: nei periodici ritorni al figurativo – soprattutto nelle montagne – troviamo il mondo dei sentimenti, le emozioni, il senso del sacro al quale si accosta in rispettoso silenzio, mentre in opere quali Reti, Risonanze, Geometrie Imperfette, Miraggi – presenti all’interno di questo ciclo espositivo – si sviluppa una infaticabile ricerca del punto d’incontro fra l’esistenza fisica, materiale, e il nome interiore. Nascono così dai suoi collage, dalle sue colle, dai colori tenui dei suoi acrilici queste delicate serie che si svolgono come un lungo racconto che l’artista porge con un tono sempre contenuto e discreto, mai urlato, un racconto scandito da opere che dialogano fra loro attraverso dei fili di interconnessione che sembrano volersi rendere sempre più intelligibili.

Orari di apertura: lunedì – venerdì dalle 8 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 20; sabato dalle 9 alle 13. Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!