La Nizza austriaca (nascosta)

20 Gennaio 2015

GORIZIA.”Gorizia, Nizza austriaca, viaggio nelle verità nascoste” è il titolo della conversazione di Roberto Covaz con Roberto Collini che rientra nel ciclo di iniziative collaterali alla mostra “Oltre lo sguardo. Fotografi a Gorizia prima della Grande Guerra”, in programma mercoledì 21 gennaio alle 18 nella Sala Espositiva della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, in Via Carducci 2.

Roberto Covaz, giornalista e autore, tra gli altri, del libro “Gorizia nella Grande Guerra” ripercorrerà insieme a Roberto Collini, Presidente dell’Istituto di Sociologia Internazionale di Gorizia e Vice Presidente della Fondazione Carigo, la storia della città nell’epoca della Grande Guerra, svelando aspetti e dettagli meno noti ma ricchi di interesse.

Al termine della conversazione verrà inaugurata la rinnovata sezione “Specchi della memoria. Gorizia e l’Isontino attraverso le foto di famiglia”, allestita con nuovo materiale fotografico messo a disposizione da alcune famiglie goriziane e isontine. Compariranno anche scatti particolarmente interessanti appartenenti a famiglie di lingua slovena. La sezione ripercorre dunque la storia della città e della sua provincia con uno sguardo alla realtà più “intima” trasmessa dagli album di famiglia. Il progetto ‘Specchi della Memoria’ è nato infatti con l’obiettivo di coinvolgere l’intera cittadinanza locale.

Le iniziative collaterali, coordinate con successo dalla Fondazione Carigo, vogliono valorizzare l’importanza storica, artistica e culturale della rassegna “Oltre lo sguardo” che, tracciando la storia degli atelier fotografici goriziani della Belle Époque, offre uno spaccato della società cittadina tra il 1860 e lo scoppio della Grande Guerra.

Promossa e realizzata dalla Fondazione Carigo in collaborazione con il Circolo Fotografico Isontino, il Consorzio Culturale del Monfalconese ed i Musei Provinciali di Gorizia, la rassegna è visitabile tutti i venerdì dalle 16 alle 19, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19, con ingresso libero. Si ricorda inoltre che è possibile, per gruppi di almeno 10 persone e per le scuole, prenotare una visita guidata da effettuarsi nelle altre giornate e fuori orario, rivolgendosi alla Cooperativa Musaeus info@musaeus.it, t. 348 2560991.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!