La Mitteleuropa che danza

5 Settembre 2013

BLESSANO. Danzando tra i Popoli, dopo il primo week end di Blessound dedicato ai percorsi musicali con i suoni provenienti della tradizione proiettati ai giorni nostri, torna alla consolidata formula del festival folcloristico, dove l’esperienza e la sensibilità dei Danzerini Udinesi e della Pro Loco di Blessano guideranno il pubblico in un immaginario viaggio attraverso la cultura e le tradizioni dei popoli della Mitteleuropa. Da venerdì 6 a domenica 8 settembre, saranno tre i gruppi folcloristici ospiti che proporranno le loro musiche e danze a Blessano: “Jadlovec” dalla Slovacchia, “Resovia Saltans” dalla Polonia e “Franc Ilec” dalla Slovenia. Inoltre, i padroni di casa, Il Gruppo Folcloristico “Danzerini Udinesi” di Blessano.

Franc IlecSi inizia venerdì 6 settembre alle 20.30, con la serata di approfondimento “Un viaggio immaginario nella storia della Mitteleuropa tra curiosità e anedotti”: interverranno Tullia Catalan, docente presso l’università di Trieste, David Macculi, dell’Istituto per gli Incontri Culturali Mitteleuropei di Gorizia e Stefano Perini, ex docente del liceo Classico Stellini di Udine. Tullia Catalan focalizzerà il suo intervento sul ruolo avuto dalle minoranze – in particolare quella ebraica – nell’Impero asburgico fino alla Grande Guerra, con cenni anche al ruolo delle minoranze nel nostro territorio regionale. Metterà l’accento sull’importanza del processo inclusivo attuato dagli Asburgo nei confronti delle minoranze religiose ed etniche dalla fine del Settecento e fino alla seconda metà dell’Ottocento, per soffermarsi poi sullo scoppio dei nazionalismi e sulle loro pesanti ricadute, anche in termini di xenofobia alla vigilia della Grande Guerra. I temi che si toccheranno sono pertanto la ricchezza della multiculturalità asburgica – legata anche all’attraversamento costante dei confini – per potersi poi riallacciare al presente, visto l’avvicinarsi del centenario dalla Prima Guerra Mondiale, che ha portato alla distruzione di quel modo di vedere il mondo (il concetto di Mitteleuropa).

Jadlovec

David Macculi, approfondirà “Il Flauto magico tra mistica ebraica e Illuminismo”. Nel corso dell’intervento saranno analizzati due aspetti: in primo luogo verranno esposte le vicende politico-dinastiche legate agli Asburgo e alla massoneria dalle quali è scaturita questa opera; in seguito verranno dati alcuni cenni al pensiero compositivo e musicale nel suo rapporto con il testo e la mistica ebraica, con il pensiero ebraico e la teosofia massonica. Seguiranno dei brevi riferimenti alle implicazioni determinanti che Mozart e la tradizione viennese hanno avuto nella realtà musicale e culturale mitteleuropea. L’ultimo intervento sarà a cura di Stefano Perini. Il professore si concentrerà sul concetto di Mitteleuropa, in particolare nei suoi risvolti legati all’ambito dell’impero asburgico ieri e oggi. Approfondirà le origini del concetto di Mitteleuropa, dei suoi significati e dei risvolti storico-politici, per arrivare a oggi in cui ci si può giustamente chiedere se tale concetto esista ancora o non sia solo una parola priva di significato alla quale non corrispondono fatti concreti.

Alla fine dell’incontro, in anteprima, l’esibizione del gruppo folcloristico polacco “Resovia Saltans” con l’accompagnamento dei tradizionali strumenti musicali.

Resovia Saltans

Sabato 7 settembre, alle 10.30, la sfilata di tutti i gruppi lungo le vie di Basiliano. Previsto il folk anche in serata alle 20.30, quando lo storico gruppo dei Danzerini Udinesi, presentati dall’attore Claudio Moretti, salirà sul palco di Blessano per confrontarsi con le danze dei gruppi provenienti da Slovenia, Slovacchia e Polonia, per un incontro fra culture musicali folk simili per la matrice popolare comune, che mantengono però la loro identità e peculiarità. La manifestazione si conclude domenica 8 settembre: alle 10.30, lungo le vie del centro di Blessano, la sfilata e l’esibizione dei gruppi della Mitteleuropa; alla sera, a partire dalle 20.30, CaBarete, serata di cabaret in friulano e italiano di e con Claudio Moretti, Tiziano Cossettini, Caterina Tomasulo, e Pauli Nauli, e Saluti da Trieste con Tatiana Malalan e Irene Pahor; finale alle 22 con l’estrazione della lotteria “Danzando tra i popoli…”

Altre tappe di Danzando tra i Popoli venerdì 6 settembre alle 20.30 a Flambro in Piazza Vittorio Emanuele II e domenica 8, sempre alle 20.30, a Lignano Pineta in Piazza Marcello D’Olivo.

A Blessano, durante le sfilate, i concerti e le esibizioni dei gruppi, sarà possibile degustare i prodotti tipici del territorio, ma anche le specialità che vengono da tutto il mondo, per una festa che valorizza le culture differenti da ogni punto di vista. Gli ospiti avranno così la possibilità di conoscere tanti prodotti tipici e piatti regionali. Novità di quest’anno, il chiosco che offrirà un confronto anche fra i piatti regionali e quelli dei paesi dei gruppi ospiti. Tutti gli spettacoli sono a ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!