La Misa de Indios a Tolmezzo

4 Settembre 2015

TOLMEZZO. L’ERT, in collaborazione con Carniarmonie, festival realizzato grazie al sostegno della Regione FVG, dei Comuni della nostra montagna guidati da Tolmezzo, e dei sostenitori storici come la Fondazione Crup e la Comunità Montana della Carnia e di partner privati come Carniawelcome, Banca di Cividale, Eurotech spa, Legnolandia, Point 42 studio fotografico, Studio Commercialistici Associati Deriu e l’Autosystem a coronamento di un festival da tutto esaurito presenta un evento eccezionale domenica 6 settembre alle ore 20.45 nel Teatro Luigi Candoni di Tolmezzo. La Misa de Indios si presenta come un vasto e articolato percorso attraverso la storia dell’altipiano andino e le sue melodie – ancestrali, coloniali e moderne – facendo invece risaltare l’immensa ricchezza del sincretismo religioso latinoamericano.

photographeIl programma del concerto, che sta ottenendo un grande successo con moltissime date in tutta Europa, si sviluppa attraverso un percorso lungo tutto il corso dei secoli, dalle musiche antiche tratte da codici peruviani e colombiani, fino ad arrivare alla celebre Misa Criolla di Ramirez, quest’ultima ripulita da tutte quelle incrostazioni “folcloristiche” che l’hanno resa celebre. Canti indigeni su testi arcaici, testi di autori ignoti o conosciuti come Lope de Vega, ritmi tipicamente sudamericani sprigionano un’incredibile forza spirituale e una vitalità sonora inebriante.

L’Ensemble La Chimera è un gruppo formato quasi interamente da musicisti argentini o figli di argentini. Capitanato da Eduardo Eguez, celebre liutista e chitarrista che vive in Italia ed insegna all’Hochschule di Zurigo, artista a tutto tondo che spazia dalla musica antica collaborando con i gruppi più noti del panorama internazionale, fino alla rivisitazione delle musiche etniche della sua terra d’origine. Le voci soliste di Barbara Kusa, soprano argentino dalla voce cristallina, e di Luis Rigou, cantante di Buenos Aires che si accompagna con i flauti andini, conferiscono al progetto un tocco di assoluta maestria così come tutti gli strumentisti dell’orchestra, che adottano le sonorità arcaiche attraverso l’uso delle viole da gamba, dell’arpa barocca e dell’immancabile charango.

Infine, sul palco, salirà anche il Coro del Friuli Venezia Giulia, che con La Chimera ha già avuto l’onore di collaborare lo scorso anno con dei concerti in Veneto. Un’altra avvincente esperienza di crescita per il coro regionale, abituato a collaborare a tutto tondo con i più noti artisti della musica antica, classica, contemporanea, jazz e pop. L’Incontro con La Chimera, impegnata in questi giorni con la Misa de Indios in Francia e Belgio, è stato possibile grazie al supporto e al mecenatismo della Hausbrandt TS.

I biglietti che hanno un prezzo quasi simbolico (10 euro interi, 7 ridotti) saranno acquistabili la sera del concerto dalle ore 19.30. Informazioni presso Carniawelcome 0433 466220 e Fondazione Luigi Bon 0432 543049 www.carniarmonie.it.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!