La magia disneyana di Frozen

31 Luglio 2014

ANGIOLO DANDREAPORDENONE. Mentre continua nella Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea A. Pizzinato la bella mostra dedicata ad Angiolo D’Andrea, per l’Estate in Città di Pordenone prende il via il ciclo di incontri per adulti e bambini E…State al Parco! Il primo appuntamento venerdì 1° agosto alle 17, Attenti al quadro!, è dedicato ai bambini dai 6 ai 10 anni. Le luci nelle sale espositive della mostra verranno spente per accendere la curiosità dei più piccoli alla scoperta dell’artista originario di Rauscedo. Martedì 5 agosto alle 18 l’attività sarà invece rivolta agli adulti per conoscere la figura dell’artista Angiolo D’Andrea attraverso la testimonianza dei critici d’arte che l’hanno conosciuto. Gli incontri, a cura della cooperativa Guarnerio e di Studio Eupolis, sono circa una decina, con argomenti sempre diversi, e si terranno durante i mesi di agosto e settembre con partecipazione libera. Per informazioni e prenotazioni si può chiamare lo 0434 392941 in orario di apertura della galleria (dal martedì al sabato 15.30-19.30, la domenica anche dalle 10.00 alle 13.00).

Elisabetta Bondavalli

Elisabetta Bondavalli

Il primo agosto il programma del Festival “Raccontare il deserto-Tinawen tenere”, promosso dall’associazione “via Montereale” e inserito nell’Estate in città, prevede la presentazione, al chiostro di san Francesco alle 18,30, del volume intitolato Conversazioni a Damasco (Storie di matrimoni nella società damascena contemporanea), opera prima di Elisabetta Bondavalli, autrice veneziana e studiosa del mondo orientale e siriano in particolare. Intervistata da Liviana Covre, nell’incontro cercherà di far riflettere anche sulla situazione della Siria che da molti mesi ormai è in una situazione bellica insostenibile. Fra le pieghe del libro della Bondavalli interessante è il capitolo riguardante il matrimonio di poche ore effettuato per “scansare” ogni accusa di prostituzione severamente proibita nel mondo islamico. La sera, alle 21,30 sempre al chiostro di san Francesco (se piove all’interno della chiesa) ci sarà la proiezione in prima nazionale del film, con i sottotitoli in italiano, che la regista francese Dominique Margot ha girato nel 2010 sulla storia di un Tuareg: Toumast, entre guitare et Kalashnikov. Ingresso libero.

Per il ciclo Passaggi d’acqua, a cura della libreria Quovadis alle 20.30 nel Giardino di Via Bertossi (o in Biblioteca civica in caso di maltempo), Lorenza Stroppa dialoga con Andrea Mella, autore di Marittimo Blues. Il libro parte dall’osservazione che la gente di mare che si affaccia sull’Adriatico nordorientale si assomiglia. Dalle isole più lontane nella laguna di Venezia alle saline di Sicciole, in Slovenia, passando per Marano Lagunare e Trieste, non esistono confini: c’è un’unica voce, la stessa nostalgia per gli abissi e la terra oltre il blu, lo stesso carattere roccioso che si scioglie per una lieve brezza d’amore, gli stessi umori volubili come il cielo. Le storie di questa gente sono come il blues: danno vita a una melodia struggente, a volte ballabile, a volte troppo intensa per essere anche solo canticchiata a fior di labbra. Completano la serata le lettura a cura di Cesare Luperto e il commento musicale a cura di Giulio Bertolo.

frozen_01Per il Cinema sotto le stelle a cura di Cinemazero in piazzetta Calderari alle 21 verrà proiettato Frozen il regno di ghiaccio, musical animato prodotto dalla Walt Disney, basato sulla favola della Regina delle nevi di Andersen. Un film alla portata dei sogni di tutti, una favola vecchia di anni che si veste della spensieratezza di oggi, divenendo subito un classico Disney frizzante e ricco di scintillanti sfaccettature. È la storia di due sorelle, Anna ed Elsa, che il destino ha costretto a essere diversissime tra loro: la prima sente la necessità di essere costantemente in mezzo alla gente, di fidarsi degli altri, è ottimista, solare e sempre pronta a sacrificarsi per il bene del prossimo. Elsa, invece, si sente davvero libera solo quando è da sola: terrorizzata da anni passati a nascondersi per celare il suo potere, non riesce a vedere del positivo nel futuro e tende ad allontanarsi anche dalle cose che ama di più, come Anna. Diverse come l’estate e l’inverno eppure, proprio come le due stagioni, indispensabili l’una alla completezza dell’altra. È quando sono insieme che si vede la loro vera natura, che le barriere caratteriali si abbattono, e si scopre quanto anche le persone più diverse abbiano fondamentalmente bisogno della stessa cosa. Un’animazione stilisticamente all’avanguardia, che porta la maestria Disney a nuovi impensabili livelli armonizzandosi senza intoppi a una costruzione del tutto classica. Si torna a una sceneggiatura basata sui temi classici dell’amore, della fiducia e della famiglia, che si costruisce attorno alla struttura del musical: tutto può essere cantato e anzi enfatizzato dalla colonna sonora, che accompagna e rende tangibili i pensieri e le emozioni dei protagonisti. Una messinscena quasi teatrale quella diretta da Chris Buck e Jennifer Lee, che si modella come sul più grande dei teatri di Broadway, tra cristalli e fonti di luce ben studiate, costumi mozzafiato e un giusto alternarsi di situazioni commoventi e più leggere scenette comiche. L’accesso all’arena prevede un biglietto d’ingresso, ma come per tutto il resto dell’anno, la politica dei prezzi di Cinemazero propone un listino a prova di ogni tasca: 3€ ingresso intero, 2€ per over 65 e bambini 12-18 anni, ingresso gratis per under 12 anni, e gli assetati di cinema potranno fare l’abbonamento a 10 ingressi per 25€. In caso di pioggia la proiezione verrà annullata, per info chiamare dopo le 19.00 lo 0434 520527.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!