La London Symphony Orchestra al Teatro Nuovo

1 Dicembre 2015

UDINE. Nuovo appuntamento imperdibile con i grandi interpreti internazionali della musica classica al Teatro Nuovo Giovanni da Udine: dopo Yuri Temirkanov che lo scorso 28 ottobre ha letteralmente incantato il pubblico con la sua Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo e l’attesissima performance dei Wiener Symphoniker di martedì 10 novembre, è ora la volta della London Symphony Orchestra che si esibirà sul palcoscenico friulano mercoledì 2 dicembre alle ore 20.45.

LSO (c) Ranald Mackechnie 2015 ridimensionataGuidata dalla bacchetta di Daniel Harding, principale direttore ospite della compagine inglese e tra i più grandi della scena internazionale contemporanea, l’orchestra si esibirà in un programma tutto dedicato alla poetica romantica: l’ouverture dal Manfred di Robert Schumann, le Variazioni su un tema di Haydn di Johannes Brahms e la Sinfonia n. 4 “Romantica” di Anton Bruckner: tre grandi capolavori ciascuno espressione peculiare delle principali e multiformi tendenze musicali della cultura musicale austro – tedesca.

“Il programma del prossimo 2 dicembre, che avremo il piacere di poter ascoltare interpretato da una delle orchestre più apprezzate e da uno dei direttori più autorevoli, ci consente di sviluppare due importanti linee di indirizzo artistico – ha detto Marco Feruglio, sovrintendente del Giovanni da Udine –. Da un lato infatti il Teatro prosegue il percorso di queste ultime stagioni dedicato al totale corpus sinfonico di Robert Schumann e Johannes Brahms, dall’altro riporta all’ascolto del nostro pubblico dopo una lunghissima assenza un autore, Anton Bruckner, con una delle sue più importanti sinfonie”.

Celebre per la straordinaria ampiezza del suo repertorio sinfonico e universalmente riconosciuta come una delle principali orchestre del mondo, la London Symphony è probabilmente anche quella più ascoltata della storia grazie alle sue esecuzioni negli studi di registrazione e alla realizzazione delle colonne sonore di centinaia di film, molti dei quali fra i più visti al mondo come ad esempio le saghe di Star Wars e Harry Potter. Nota al grande pubblico anche per le sue partecipazioni ai più grandi e significativi eventi a livello globale come ad esempio le Olimpiadi di Londra del 2012, l’orchestra è molto attiva anche nel campo della promozione di iniziative rivolte alla formazione giovanile. Nell’elenco dei suoi direttori si trovano i grandi nomi del nostro tempo come Valery Gergiev, che ne è direttore principale, Sir Simon Rattle, Andre Previn, Michel Tilson Thomas oltre ai leggendari Claudio Abbado e Sir Colin Davis.

Daniel Harding, che la dirigerà nel concerto di Udine, è il principale direttore ospite della London Symphony e Direttore Musicale della Swedish Radio Symphony Orchestra, oltre che Partner Musicale della New Japan Philharmonic. Assistente giovanissimo prima di Sir Simon Rattle alla City of Birmingham Symphony Orchestra e quindi anche di Claudio Abbado con i Berliner Philharmoniker, si esibisce abitualmente con le orchestre più celebri del mondo nei maggiori templi internazionali della musica classica. Le incisioni per la Deutsche Grammophon della Sinfonia n. 10 di Gustav Mahler con i Wiener Philharmoniker, e dei Carmina Burana di Carl Orff con la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks sono i suoi più recenti successi discografici.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!