La “Gnot dai muarts”

29 Ottobre 2013

LocandinawebTAVAGNACCO. Ritorna la “Gnot dai Muarts”. Anche quest’anno a Tavagnacco, per iniziativa dello Sportello comunale per la lingua friulana, con la collaborazione dell’Associazione Pionîrs e di Radio Onde Furlane, rivive in maniera coerente e creativa la tradizione dell’ultima notte d’ottobre. L’appuntamento è fissato per le 21 di giovedì 31 ottobre, al Centro Civico di Tavagnacco in Piazza Di Prampero.

In programma una serata di parole e musica, degna interprete di quella che nella tradizione popolare è una notte speciale, momento di incontro tra luce e oscurità, tra vita e morte, nella quale si colgono le stesse radici del Samhain, il capodanno celtico, e dei Dies parentales dei Romani e si trovano connessioni con altri riti e miti, dal Carnevale alla notte di San Giovanni, anch’essa da qualche anno celebrata a Tavagnacco con la stessa attitudine.

Questi significati arcaici e simbolici si fondono, nella tradizione popolare friulana, con altri concreti richiami alla terra e ai suoi frutti, tra la celebrazione della conclusione dei raccolti e della vendemmia, la spartizione delle riserve per l’inverno fra le varie famiglie e il pagamento del «cuartês» al parroco.

Quello proposto per il 31 ottobre è un viaggio virtuale tra leggende, suggestioni e poesia, condotto dalla voce del poeta e scrittore Stiefin Morat e da quella della poetessa e animatrice culturale Lussia di Uanis, che utilizzerà anche effetti sonori di vario genere, nonché da Annalisa Masutti, che si occuperà della parte cantata e musicale.

La partecipazione all’evento è gratuita.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!