La donna nella Commedia dell’arte Né serva né padrona

9 Dicembre 2015

UDINE. Ultimo appuntamento del 2015 con la stagione di prosa Smartheatre promossa dalla Fondazione Bon e dall’Ert – Ente Regionale Teatrale. Venerdì 11 dicembre il Teatro Luigi Bon di Colugna ospiterà l’attrice Claudia Contin Arlecchino con il suo ultimo lavoro Né serva né padrona, prodotto dalla Scuola Sperimentale dell’Attore e Ortoteatro.

Nè serva nè padrona 5Lo spettacolo è dedicato alle figure femminili della Commedia dell’Arte e alla loro emancipazione iniziata nel Cinquecento. Oggi è normale vedere la figura e la personalità femminili sulla scena, ma nel XXVI secolo in Italia era quasi un’eresia: alle donne era vietato “calcare le scene” e le Fraternal Compagnie di Commedia dell’Arte furono le prime a trasgredire questa regola, portando in scena donne coraggiose capaci di distinguersi nell’arte comica, mimica, letteraria, poetica e oratoria. Paradossalmente questa rivoluzione fu una delle principali cause di censura e di condanna, da parte della Chiesa ma non solo, della professione di attore e del teatro, ma fu anche un’apertura straordinaria e pose le basi per l’emancipazione della donna nei secoli a seguire.

Il canovaccio di Claudia Contin Arlecchino rievoca garbatamente questo conflitto utilizzando l’antico genere della “ciarla” ripreso con successo da Maestri del comico contemporaneo come Dario Fo, Roberto Benigni, Paolo Rossi e il primo Beppe Grillo. Il racconto mette in scena giocosamente lo storico approdo delle donne sul palcoscenico illuminandone con ironia paradossi e ambiguità, realtà e illusioni.

Claudia Contin è autrice, attrice, regista e artista figurativo, conosciuta in tutto il mondo come prima donna ad interpretare il carattere maschile di Arlecchino già dal 1987. Ha pubblicato numerosi testi teatrali, saggi e ricerche di antropologia teatrale, tradotti in diverse lingue. Nel 1990 ha fondato e tuttora dirige, assieme al regista Ferruccio Merisi, la Scuola Sperimentale dell’Attore di Pordenone e dal 1997 è codirettore artistico del Festival internazionale L’Arlecchino Errante. Nel 2007 ha fondato il laboratorio d’arte e artigianato Porto Arlecchino, in collaborazione con il grafico, fotografo e musicista Luca Fantinutti.

Condividi questo articolo!