La didattica di Cinemazero si racconta agli insegnanti

15 Maggio 2015

PORDENONE – A pochi giorni dalla chiusura dei bandi del Piano regionale per il
potenziamento dell’offerta formativa (POF e Progetti speciali), Cinemazero
invita venerdì 15 maggio alle 16.30 in sala Ellero (palazzo Badini, via
Mazzini 2) gli insegnanti e gli interessati, per seguire “L’anno che verrà”,
evento di presentazione dei risultati di tutte le sperimentazioni e azioni
didattiche messe in campo da settembre 2014 a maggio 2015 nelle scuole del
pordenonese.

In questa occasione saranno illustrate anche le novità per l’anno
scolastico 2015-2016, alla presenza dei formatori Stefano Lizier, Davide
Pettarini, Andrea Princivalli, Marta Visintin, ed evidenziate le aree
tematiche previste dai bandi regionali entro cui Cinemazero e la sua
didattica degli audiovisivi e multimediale (matinée, laboratori in aula,
cineforum pomeridiani, incontri con gli autori, corsi di aggiornamento per
insegnanti) si inquadrano per abilità e competenze progettuali.

Grazie alla partecipazione dell’Università degli Studi di Padova –
Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia, Psicologia Applicata
(FISPPA), sarà offerta una lezione con formula “smart” a cura del dott.
Daniele D’Agostini, Ph.D. Student del FISPPA, su un nuovo strumento
multimediale per la didattica in aula.

Agli insegnanti presenti sarà regalato un ingresso omaggio per la
proiezione del film “Educazione affettiva” (Italia, 2015, 50′) di Federico
Bondi, Clemente Bicocchi in programma a Cinemazero, alla presenza degli
autori, il giorno 26 maggio 2015 nell’ambito della rassegna “Piccoli
esercizi di resistenza civile”. “Educazione affettiva” è un film che parla
degli “ultimi giorni di scuola di una quinta elementare [quando] il
distacco è imminente, tutta la classe si domanda cosa succederà dopo le
tante emozioni di un passaggio inevitabile, pieno di gioie, paure e
sofferenze, che proietta i bambini verso un mondo nuovo popolato di esperienze sconosciute”.

Per info e prenotazioni: didattica@cinemazero.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!