La Bottega dei Vivarini, da scoprire in attesa della mostra nel 2016 a Conegliano

18 Novembre 2015

UDINE. In attesa della mostra che a Conegliano affronterà per la prima volta l’epopea dei Vivarini – gli unici artisti e l’unica bottega in grado di competere con i Bellini nella Venezia tra Quattro e Cinquecento – ha preso il via un ciclo d’incontri e di conversazioni con il curatore Giandomenico Romanelli, per introdurre il clima e il contesto artistico dell’esposizione, nel cruciale passaggio dal Gotico fiorito al Rinascimento lagunare.

vivarDopo il primo appuntamento che si è svolto nei giorni scorsi a Treviso (Fondazione Benetton), dove a dialogare intorno ai Vivarini, assieme al professor Romanelli, c’era Eugenio Manzato, noto storico dell’arte e già direttore dei Civici Musei di Treviso, le prossime tappe di questo vero e proprio “roadshow” saranno: Udine (il 19 novembre, ore 18, Sala Ajace, Piazza Libertà), con la partecipazione, accanto al curatore, della studiosa Linda Borean per affrontare le questioni di committenza e collezionismo delle opere dei Vivarini, e Portogruaro (il 28 novembre), dove Giandomenico Romanelli e Angelo Tabaro converseranno della bottega di Antonio, Bartolomeo e Alvise: un atelier rinascimentale tutto da riscoprire.

Linda Borean è Professore Associato di Storia dell’Arte Moderna all’Università di Udine, dove dirige la Scuola di specializzazione in beni storico-artistici e insegna Storia dell’Arte Moderna e Arte dei Paesi Europei; i suoi interessi scientifici riguardano proprio la cultura figurativa veneziana tra Quattrocento e Settecento, con particolare riguardo agli aspetti della committenza e del collezionismo, ambito fondamentale per capire l’arte e la fortuna di un artista nel contesto culturale dell’epoca.

Infine: “I Vivarini alle soglie del Rinascimento. L’incanto dell’oro e la magia del colore” nell’incontro del 10 dicembre a Venezia, alla Gallerie dell’Accademia, con Tiziano Scarpa e Giandomenico Romanelli a interloquire e i saluti del neodirettore Paola Marini. Gli incontri sono organizzati da Civita Tre Venezie, promotore della mostra insieme alla Città di Conegliano. Tutte le conversazioni sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti.

vivar2La mostra “I Vivarini. Lo splendore della pittura tra Gotico e Rinascimento”, che farà scoprire il valore artistico di questa famiglia di artisti muranesi, sarà allestita a Conegliano (Palazzo Sarcinelli) dal 20 febbraio al 5 giugno 2016. La rassegna è il terzo appuntamento del ciclo progettato da Giandomenico Romanelli per Palazzo Sarcinelli, dopo i grandi successi di critica e di pubblico di Un Cinquecento Inquieto e Carpaccio, Vittore e Benedetto da Venezia all’Istria. Nell’esposizione dedicata ai Vivarini sarà presentato un prezioso nucleo di opere rappresentative del loro percorso artistico e della loro diffusione al di qua e al di là dell’Adriatico. Capolavori che testimoniano altresì i contatti e gli influssi di Antonio, Bartolomeo e Alvise con alcuni dei più importanti protagonisti della pittura del primo Rinascimento italiano, come Mantegna, Squarcione, Filippo Lippi, Andrea del Castagno, Paolo Uccello oltre ai pittori veneziani.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!