La biodiversità del Friuli Venezia Giulia è straordinaria

8 Maggio 2015

UDINE. Venerdì 8 maggio il Direttore del Museo friulano di storia naturale, dott. Giuseppe Muscio, parlerà della straordinaria biodiversità del Friuli Venezia Giulia. Il Friuli per la sua posizione geografica è terra di incontro tra il mondo mediterraneo, mitteleuropeo e balcanico. La presenza di elementi faunistici tipici di ciascuna di queste aree geografiche si traduce in una biodiversità straordinaria. Tale unicità è un valore che deve essere preservato, riconosciuto e comunicato. Dagli studi sull’entomofauna della valle di Cialla nasce il progetto dei Ronchi di Cialla di fare viticoltura nel rispetto della biodiversità mantenendo un agrosistema a elevato grado di naturalità ed operando con processi produttivi a minimo impatto ambientale. Questo approccio agronomico ha permesso di ottenere vini che si sono affermati per la loro longevità, eleganza e complessità.

La conferenza si tiene alle 18 nella storica Libreria Tarantola, Via Vittorio Veneto n. 20, Udine, ed è organizzata nell’ambito di Vicino/Lontano. Non solo si entra gratuitamente, ma alla fine ci sarà anche un brindisi ad allietare i partecipanti.

Condividi questo articolo!