Insegnanti e habitat al centro di due incontri dell’Unesco

3 Ottobre 2015

UDINE. La prossima settimana saranno due gli incontri che il Club Unesco organizza in occasione, rispettivamente, della Giornata mondiale degli insegnanti e della Giornata mondiale dell’habitat. Lunedì 5 Ottobre alle 16.45 nella Sala “Pianoforte” di Palazzo Solari (Vicolo Florio, 4/A – Udine), dopo l’introduzione di Renata Capria D’Aronco, presidente del Club, parleranno: Maria Sabina Marzotta, Docente, Presidente del Caffè Letterario Udinese su Il compito dell’insegnante: ieri e oggi; Beny Angioli, Docente di Lettere, su La classe come gruppo collaborativo e partecipe all’apprendimento; Daniele Damele, Giornalista e Scrittore, su Insegnare è imparare sempre; Alberto Travain, Presidente del Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic”, su Insegnâ sot ricat: la scuele publiche sot di une false democrazie (Insegnamento sotto ricatto: la scuola pubblica in regime di falsa democrazia).

Il giorno dopo – stesso luogo, stessa ora – sarà la volta dell’ambiente. Gli interventi saranno svolti da: Adriano Conti, Architetto e Urbanista. Esperto in Portualità Turistica e Navigazione Interna, Presidente del “Comitato Volo Friulano – FVG”, su L’insediamneto umano quale manifesto di cultura e di civiltà; Maria Vittoria Zangrì, Biologa, su Habitat Friuli Venezia Giulia: la Rete Natura 2000; Amerigo Cherici, Architetto, Autore del libro “Aquileia – Quadri da un Parco Archeologico”, su Palmanova: questioni di habitat in una città “ideale”; Maurizio Guzzinati, Socio e Consulente per l’Educazione Ambientale di Italia Nostra, su Flora alpina e cambiamenti climatici; Gabriele Cragnolini, Italia Nostra – Sezione di Udine, su Sopravvissuti: alberi monumentali in Friuli.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!