In gara con il Blues

21 Agosto 2012

Cheryl Porter a Pordenone. (Foto Sandro Sedran)

PORDENONE. Sarà Cheryl Porter, la madrina, nonché presidente di giuria del 3° Blues Contest Fvg del Pordenone Blues Festival, che quest’anno apre anche al canto, realizzato in collaborazione con il Cem, cui sono giunte una trentina di iscrizioni da tutto il Nord Italia. I concorrenti si confronteranno in due categorie: voce e categoria, per ciascuna delle quali sono previsti, primo, secondo e terzo premio. Alla finale, che comincia alle 20 nel Chiostro della Biblioteca civica ( Convento di San Francesco di caso di pioggia) parteciperanno: Giacomo Polese (Sacile), Dalia Li Volsi (Pordenone), Francesca Miola (Venezia) Elessa Martin Denise (Marano Vicentino), Francesca Johnston (Fontanafredda), Roberta Natalini (Lignano), Amina Sandrini (Aviano), Nicole Stella (Vicenza), Jenny Capotorto (Gorizia), Nicolò Crestani (Vicenza), Tommaso Gregianin (Venezia), Stefano Passador (Azzano Decimo), Daniele Menacorde (Fiume Veneto), Giovanni Battista Stella (Maniago), Silvana Dos Santos (Padova), Lucia Pupolin (Latisana), Fabio Salvi (Rimini), Laurence Biasizzo (Udine), Stefano Gradesso (Tezze sul Brenta), Fabio Heinz (Susegana), Stefano Ronchi (Venezia), Martina Cerulli (Brescia), Lucia Mistrello (Padova), Elisabetta Bragagnolo (Rossano Veneto), Barbara Pamela (Vicenza), Martina Feri (Trieste).

Alle 20.30 il Centro Città sarà coinvolto dalla gara ciclistica in notturna organizzata dall’associazione Bottecchia.

In piazzetta Calderari il Cinema sotto le Stelle di Cinemazero, propone alle 21, previo ritiro del biglietto gratuito dalle 20, Mission impossibile -Protocollo fantasma, di Brad Bird, con Tom Cruise. Brad Bird cerca, in questo quarto capitolo, di umanizzare l’incredibile agente offrendogli delle occasioni per far emergere emozioni che vadano al di là della pura action in escalation (che ovviamente non manca). A questo aggiunge anche un tocco di ironia al personaggio interpretato da Simon Pegg. I cattivi non mancano e “Quando sparano non pensano. Tirano su tutto quello si muove.”

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!