Il trio di Stochausen a TriesteLovesJazz

20 Luglio 2013

TRIESTE. Sabato 20 luglio, alle 21 – alla settima edizione di TriesteLovesJazz – sarà la volta di del trio Markus Stochausen (tromba e flicorno) – Angelo Comisso (pianoforte) – Christian Thomè (batteria), un ensemble che unisce musicisti formidabili che suonano assieme dal 2003. Markus Stockhausen, definito da The Times “prodigio della tromba”, è figlio del grande Karlheinz, tra i compositori più importanti della musica del XX secolo, e fratello di Simon, anche lui affermato compositore contemporaneo. Trombettista solista e improvvisatore, è uno dei più versatili e poliedrici musicisti del nostro tempo: si è esibito sui più grandi palcoscenici, dalla Scala al Royal Opera House e il suo suono pieno e fluido è riconoscibile su oltre 50 dischi registrati per le più importanti etichette discografiche. Al suo fianco il pianoforte di Angelo Comisso, pianista istintivo, che affronta con naturalezza, oltre al jazz, repertori classici così come complesse partiture contemporanee e l’improvvisazione totale. Ha al suo attivo oltre dieci album. Completa il trio Christian Thomè, di scuola tedesca, dalla grande attenzione alla rifinitura del tocco: la sua fantasiosa e mai invadente propulsione ritmica gli hanno permesso di collaborare con con grandi nomi come Peter Kowald, Micheal Moore, Achim Kaufmann e di lavorare in vari progetti interdisciplinari, tra i quali l’European Dance Development Center con la ballerina italiana Paola Bartoletti.

Domenica 21 luglio, alle 21, sarà invece la Trieste Early Jazz Orchestra ad aprire la serata: diretta da Livio Laurenti, l’orchestra è composta da dodici elementi e raccoglie alcuni tra i migliori musicisti triestini. In grado di ripescare direttamente le atmosfere degli anni ’20 e ’30 di Broadway e New Orleans, la Trieste Early Jazz Orchestra propone un repertorio che spazia da D.Ellington a J.R. Morton, da G. Gershwin a V. Youmans. Ad arricchire il tutto la voce di Paolo Venier che canterà sul background musicale creato da Sebastiano Frattini (violino), Giuliano Tull (sax), Marcello Sfetez (sax), Piero Purini (sax), Flavio Davanzo (tromba), Roberto Santagati (tromba), Maurizio Cepparo (trombone), Franco Feruglio (contrabbasso), Giulio Scaramella (piano), Fulvio Vardabasso (chitarra) e Tom Hmeljak (batteria).

A seguire un omaggio ad una vera e propria leggenda del jazz mondiale, l’altosassofonista americano Lee Konitz, genio dell’improvvisazione e della creatività. Con “String Lee” Giovanni Monteforte alla chitarra, Fulvio Vardabasso alla chitarra, Alberto Viganò al basso e Mimmo Tripoli alla batteria proporranno una selezione delle composizioni di Lee Konitz e di brani originali ispirati allo stile inconfondibile di uno dei padri del cool jazz. Di “String Lee” è attualmente è in fase di realizzazione il CD.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!