Il travestimento paga

21 Luglio 2013

PORDENONE. Lunedì 22 luglio il Teatro C’era una volta a cura di Ortoteatro nell’Estate in Città approda in Largo Cervignano, dove alle 21 la compagnia bergamasca Sezione Aurea metterà in scena “Non aprite quella porta ovvero il lupo e i sette capretti”. Tratto dalla fiaba dei fratelli Grimm, lo spettacolo è interpretato da un attore che, aiutato da musica e travestimenti, racconterà di come il lupo cercherà di mangiarsi i sette capretti, cui mamma capra aveva ben istruito, raccomandando di non aprire la porta. Il lupo dovrà dunque aguzzare l’ingegno e il travestirsi si rivela la migliore soluzione. Il travestimento è alla base di ogni suo inganno: travestimento esteriore, travestimento della voce, travestimento dei pensieri e del cuore: tutto concorre ad imbrogliare gli altri. Il risultato è una messa in scena vivace e incalzante, grazie anche a musiche e canzoni dal vivo, ma anche a miele, farina, dolci, vestiti, maschere, nasi, oggetti, vademecum per la bontà. Ingresso libero

Alle 21.30 in piazzata Calderari il Cinema sotto le stelle di Cinemazero propone Confidenze troppo intime di Patrice Leoconte, vincitore del Premio Opera d’autore dell’Amidei. Un consulente fiscale si trova un giorno dinanzi una cliente inattesa che gli racconta dei propri problemi di coppia. La donna lo ha scambiato per uno psicoanalista che ha lo studio accanto. L`uomo è affascinato da questa situazione e non rivela la verità. La donna la scoprirà da sola ma continuerà a confessarsi con lui. Ancora una volta Leconte ha saputo colpire al cuore e, dopo L’uomo del treno, torna a dirigere una coppia di attori ad altissimo livello per una storia che tratta, ancora una volta in modo originale, le attese, i sogni e i bisogni di uomini e donne. Lo fa grazie a un controllo totale della sceneggiatura e a una luce che rende gli spazi difficili da abitare ma al contempo intimi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!