Il senso della vita e della libertà di scegliere. A teatro

16 Febbraio 2015

CIVIDALE. Dopo Oscura immensità, Il mondo non mi deve nulla è la nuova pièce di Massimo Carlotto, prodotta da Teatro e Società, Accademia Perduta/Romagna Teatri e CSS Teatro stabile di innovazione del FVG. Applaudito recentemente al Teatro Giovanni da Udine, questo lavoro interpretato da Pamela Villoresi e Claudio Casadio, con la regia di Francesco Zecca, arriva nel circuito ERT per due date: mercoledì 18 febbraio alle ore 21 al Teatro Ristori di Cividale e giovedì 19 febbraio all’Auditorium Centro Civico di San Vito al Tagliamento alle 20.45. Il mondo non mi deve nulla è una riflessione sul senso che diamo alle nostre vite, sul peso del caso e della nemesi, sulla libertà di scelta delle nostre coscienze.

Il mondo non mi deve nulla 3Nel cuore di Rimini, Adelmo, un ladro stanco e sfortunato, nota una finestra aperta sulla facciata di una palazzina ricca e discreta. La tentazione è irresistibile e conduce l’uomo a trovarsi faccia a faccia con Lise, la stravagante padrona di casa, una croupier tedesca in pensione. Nessuno dei due corrisponde al ruolo che dovrebbe ricoprire e, in una spirale di equivoci, eccessi e ironia, si sviluppa un rapporto strano, bizzarro ma allo stesso tempo complesso e intenso sul piano dei sentimenti. Adelmo cerca di arginare la precarietà che lo sta allontanando da un’esistenza normale; Lise, invece, è convinta di non avere più crediti da riscuotere dal mondo intero e sogna che Rimini si stacchi dalla terra e vada alla deriva per l’eternità. Due personaggi infinitamente lontani, nulla li accomuna, eppure entrambi cercano il modo di essere compresi e amati dall’altro.

Pamela Villoresi scava in un personaggio che la vita ha indurito facendolo vibrare straordinariamente di una fragilità e ironia commoventi. Claudio Casadio indaga con grande sensibilità un’anima intrappolata in una vita disperata, regalandogli poesia e una purezza incantatrice.

Maggiori informazioni e prenotazioni chiamando il Teatro Ristori (0432 731353) e l’Ufficio IAT di San Vito al Tagliamento (0434 80251). Info al sito www.ertfvg.it .

Condividi questo articolo!