Il Quartetto di Udine a Sacile

12 Settembre 2015

SACILE. Sbarca a Sacile, domenica 13 settembre alle ore 21, il Festival “Nei Suoni dei Luoghi”, organizzato dall’Associazione Progetto Musica. L’appuntamento, a ingresso libero fino esaurimento dei posti disponibili, è nella Chiesa di S. Gregorio, con il Quartetto di Udine. La formazione nasce nel 2013, all’interno dei corsi di musica da camera tenuti dal Trio di Parma a Duino. I suoi componenti sono giovani musicisti provenienti dal territorio friulano e formatisi al conservatorio di musica di Udine: Anna Apollonio (violino), Lucia Zazzaro (viola), Antonio Merici (violoncello) e Daniele Russo (pianoforte). Il gruppo si è già esibito in diversi concerti (al Museo Schmidl e all’auditorium del Museo Revoltella, a Trieste) e ha ottenuto il secondo premio alla settima edizione del concorso nazionale di musica da camera di Piove di Sacco nel 2014. Attualmente frequenta il secondo anno di corso all’accademia internazionale di Duino, con il trio di Parma.

quartetto di udineDurate la serata, realizzata in collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica “J. Tomadini” e con Piano FVG, nell’ambito del progetto MUSÆ finanziato dalla Provincia di Pordenone, la formazione proporrà musiche di Antonín Dvořák (Quartetto con pianoforte in Mi bemolle Maggiore, op. 87) e di Gabriel Fauré (Quartetto per pianoforte, violino, viola e violoncello in Do Minore, op. 15). 1889 è l’anno della composizione di Dvořák che rappresenta uno dei vertici della produzione cameristica dell’autore per la drammaticità e la ricchezza dell’invenzione, la chiarezza della forma e l’equilibrio tra le componenti strumentali. Scritta tra il 1876 e il 1879 ed eseguita per la prima volta a Parigi con l’autore al pianoforte, nel 1880, è invece la collocazione di quella di Fauré, che trasmette con chiarezza i tratti essenziali della sua poetica, difficile punto di fusione fra l’adesione alla tradizione tedesca e un profondo rinnovamento.

Prima del concerto alle ore 19 visita alla città di Sacile: dal Borgo San Gregorio con l’omonima Chiesa e l’Ospitale, a Piazza Duomo, con Palazzo Carli e Ovio Gobbi e il Duomo di San Nicolò, fino alla Piazza del Popolo.

Prossimo appuntamento di Nei suoni dei luoghi: venerdì 18 settembre ore 21, a Spilimbergo, a Palazzo Tadea, con le percussioni del Zari Percussion Duo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!