Il libro come arte

9 Novembre 2012

UDINE. Sabato 10 novembre prenderà l’avvio a Udine la manifestazione “Come un racconto”, al cui interno troverà spazio, insieme a numerose iniziative collaterali, la prima Rassegna nazionale biennale del Libro d’Artista. La manifestazione è dedicata a Isabella Deganis, nota e sensibile artista udinese, insegnante e per un ventennio presidente del Dars, Comitato ideatore e coordinatore delle diverse iniziative che si svolgeranno in spazi prestigiosi del centro cittadino nei mesi di novembre e dicembre, trasformando la città di Udine nella capitale del Libro d’Artista.

Alle ore 11.00 del 10 novembre, nella Sala Didattica del Teatro Comunale Palamostre, sarà inaugurata la prima Rassegna nazionale biennale del Libro d’Artista “Come un racconto”, nata con l’obiettivo di esplorare e portare alla luce le potenzialità del libro in quanto ‘oggetto d’arte’ capace di ‘narrare storie’ attraverso i materiali, il colore, le forme, l’interpretazione personale delle assonanze o dissonanze degli elementi strutturali e compositivi. Saranno proposte in esposizione le opere ritenute più meritevoli da una prestigiosa giuria e selezionate tra le numerose pervenute da tutta Italia nella sede del Dars a seguito del bando di concorso “Come un racconto”, rivolto a giovani dai 18 ai 35 anni. L’ampia Rassegna proporrà per la prima volta in città una riflessione su percorsi artistici ancora da esplorare, su mezzi e strumenti proposti alle nuove generazioni, e da loro recepiti, come opportunità di libera espressione in contesti significativi, in controtendenza rispetto a formule ‘di mercato’. In una sezione contigua, curata dalla prof. Graziella Delli Zotti troveranno spazio interessanti lavori proposti da studenti del Liceo Artistico “G. Sello” di Udine.

Il calendario procederà secondo le date indicate di seguito:

Sabato 10 novembre, alle ore 17.00, presso la Casa della Confraternita del Castello di Udine, sarà inaugurata la mostra “Sottovoce. Opere di Isabella Deganis”, tempere e grafiche che documentano le fasi dell’apprezzato lavoro di questa artista, delicata e allusiva interprete di sentimenti ed attimi d’esperienza, la cui personalità si è imposta ben oltre il territorio nazionale.

Giovedì 15 novembre, alle ore 18.00 a Palazzo Bartolini, sede della Biblioteca Civica “V.Joppi”, sarà inaugurata un’esposizione storica di grande interesse, dall’intento documentario, dedicata ai “Libri d’Artista anni settanta”, a cura di Cristina Burelli della Libreria Martincigh di Udine.

Martedì 20 Novembre, alle ore 18.00, presso lo Spazio Bookshop del Cinema Visionario si terrà l’incontro Biblio Movies, visione commentata di frammenti di film che rappresentano e incarnano il libro, a cura del Centro Espressioni Cinematografiche, e, a seguire, sarà proposto un video/performance degli studenti del Liceo Artistico “G.Sello” illustrato dalla prof. Graziella Delli Zotti.

Mercoledì 21 novembre, alle ore 18.00, alla Sala Corgnali della Sezione Moderna della Biblioteca Civica Joppi, nell’ambito dei “Dialoghi in Biblioteca” e della mostra Libri d’Artista anni settanta, si svolgerà un incontro con il noto artista e poeta Alberto Casiraghi, ideatore delle Edizioni Pulcinoelefante e di una delle prime collane dedicate ai Libri d’Arte, che racconterà la propria esperienza artistica in colloquio con Helen Brunner e introdotto da Marina Giovannelli del DARS.

Un ampio catalogo raccoglierà le immagini dei lavori selezionati e traccerà i profili dei giovani artisti, con una opportuna nota critica di Cristina Feresin. Nello stesso catalogo si troverà la descrizione delle altre iniziative correlate alla Rassegna, dall’esposizione “Libri d’Artista anni settanta” curata da Cristina Burelli per la Biblioteca Civica “V. Joppi”, alla mostra “Sottovoce” dedicata alle opere di Isabella Deganis, all’incontro in biblioteca con l’artista e poeta Alberto Casiraghi, fondatore delle edizioni d’arte Pulcinoelefante, fino alle proiezioni Biblio Movies visione commentata di frammenti di film e al video del Liceo Artistico “G.Sello” illustrato dalla prof. Graziella Delli Zotti.

La manifestazione è resa possibile grazie alla collaborazione, il sostegno e il patrocinio del Comune di Udine, Assessorato alla Cultura, dei Musei Civici, della Biblioteca Civica, al contributo della Fondazione CRUP e della Banca di Udine Credito Cooperativo, al patrocinio della Provincia di Udine, alla partecipazione di agenzie culturali cittadine private come il C.E.C. – Centro Espressioni Cinematografiche / Cinema Visionario – e la Libreria Antiquaria Martincigh e alla collaborazione con il Liceo Artistico “G.Sello”. Un grande aiuto è giunto anche dagli sponsor tecnici dell’evento, i Delta Studios, quali professionisti degli allestimenti e service luci/audio, e la Tipografia Marioni, da decenni conosciuta per l’affidabilità e la perizia nella composizione e stampa di cataloghi d’arte.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!